Skip to content

I Lupanari a Roma nella Prima Età Imperiale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: I Lupanari a Roma nella Prima Età Imperiale, Pagina 8
7 
in urbe conduceret. Alium e quaestura remouit, quod uxorem pridie 
sortitionem ductam postridie repudiasset
8
. 
E Tacito nel II libro degli Annales, ci riporta il decreto del 19 d.c. 
“ eodem anno, gravibus senatus decretis libido feminarum coercita 
cautumque ne quaestum corpore faceret cui avus aut pater aut mariius 
eques Romanus fuisset. Nam Vistilia, praetoria famiglia genita, licentiam 
stupri apud aediles vulgaverat, more inter veteres recepito, qui satis 
poenarum adversum impudicas in ipsa professione flagitii credebant. 
Exactum et a Timido La beone, Vistiliae marito, cur in uxore delicti 
manifesta ultionem legis omisisset. Atque, illo pretendente sexaginta dies 
ad consultandum datos necdum praeterisse, satis visum de Vistilia 
statuere; eaque in insulam Seriphon abdita est “
9
 
                                                 
8
 Trad. inglese “ Notorius women had begun to make an open profession of prostitution, to avoid the punishment 
of the laws by giving up the privileges and ranks of matrons, while the most profligate young men of both orders 
voluntarily incurred degradation from theri rank, so as not to be prevented by the decree of the Senate from 
appearing on the stage in the arena. All such men and women he punished with exile, to prevent anyone from 
shielding himself “ 
Trad. francese “ Des femmes perdues de réputation, pour échapper aux peines prononcées par les lois contre les 
matrones qui oubliaient leurs devoirs et leur dignité, prenaient le parti de se déclarer courtisanes; et de jeunes 
libertins des deux ordres se soumettaient d'eux-mêmes à une flétrissure judiciaire, pour n'être pas empêchés par 
les défenses du sénat de paraître sur le théâtre ou dans l'arène. Afin qu'on ne pût trouver aucun subterfuge, Tibère 
exila tous ces hommes et toutes ces femmes.  Il ôta le laticlave à un sénateur qui avait été loger à la campagne 
vers les calendes de juillet, pour louer ensuite à meilleur compte une maison à Rome, quand le terme serait 
écoulé. Il destitua un questeur pour avoir répudié le lendemain du tirage au sort une femme qu'il avait épousée la 
veille ». 
9
 Tacito. Annales II, 85 “ In quel medesimo anno il senato prese severi provvedimenti per reprimere la 
dissolutezza delle donne stabilendo che non potessero prostituirsi quelle che avessero avuto per avo o per padre o 
per marito un cavaliere romano. E infatti Vistilia, appartenente a una famiglia di rango pretorio, aveva dichiarato 
formalmente davanti agli edili di voler esercitare la prostituzione, secondo una norma già in uso presso gli 
antichi, i quali credevano che la pubblica dichiarazione di una tale vergogna costituisse già di per sé una pena 
sufficientemente grave per le donne impudiche. Anzi suo marito, Titidio La beone, fu sottoposto a inchiesta per 
aver trascurato il ricorso alla legge contro la moglie rea confessa di una tale colpa. E poiché egli si giustificò con 
il dire che non erano ancora trascorsi i sessanta giorni concessigli dalla legge per decidere, il senato ritenne di 
doversi pronunciare solo nei riguardi di Vistilia, che fu esiliata all’isola di Serifo.”
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

I Lupanari a Roma nella Prima Età Imperiale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Federico Carpentino
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere
  Corso: Scienze storiche e archeologiche dell'antichità
  Relatore: Daniele Foraboschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi