Skip to content

Identità migranti di seconda generazione nell'Inghilterra contemporanea: letteratura e cinema

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Identità migranti di seconda generazione nell'Inghilterra contemporanea: letteratura e cinema, Pagina 9
 12
 
1.2 Tra passato e presente: il tempo delle migrazioni 
 
Fin dall’antichità, l’uomo ha manifestato una forte vocazione alla migrazione e al 
movimento. Nella sua lunga storia iniziata milioni di anni fa con le forme primitive di 
Homo habilis e Homo erectus, la specie umana è sempre stata tentata dal nomadismo e 
dalla ricerca di nuovi territori. Non appena per una mutazione genetica favorevole o per 
un’innovazione culturale si verificava un aumento della popolazione presente in un dato 
territorio, una parte di essa era indotta ad allontanarsi dal gruppo verso  spazi liberi e nuove 
esperienze.  
Le migrazioni, generate sia da fattori biologici sia da fattori culturali, hanno non solo 
smussato le differenze genetiche fino alla formazione di un’unica specie umana su tutto il 
pianeta, ma hanno anche segnato tappe rilevanti nella storia, come la grande corrente che a 
partire dal Seicento portò, con la forza, sette milioni di neri dall’Africa in America, e quella 
che fra la metà dell’Ottocento e l’inizio del Novecento condusse cinquanta milioni di 
europei nel Nord America, nell’America Latina e in Australia.  
Più recentemente, a partire dalla metà del secolo scorso, l’Europa, un tempo centro 
di emigrazione, è diventata la principale meta dei flussi migratori. Nel secondo dopoguerra, 
infatti, il processo di ricostruzione e il successivo sviluppo industriale insieme alla 
liberalizzazione di scambi di merci e persone attirò milioni di persone dai Paesi del Sud 
Europa verso le nazioni del Centro e del Nord. Agli inizi degli anni Settanta, poi, molti 
giovani provenienti soprattutto dall’Africa e dall’Asia, e successivamente quelli dei Paesi 
dell’Europa orientale dopo la caduta del muro di Berlino e l’affermarsi della politica della 
perestrojka, si diressero verso i Paesi a economia di mercato dell’Europa occidentale. Così, 
già alle soglie del nuovo millennio si calcolavano circa 150 milioni di persone stabilmente 
all’estero e tra i 25 e i 30 milioni di stranieri nei soli Paesi dell’Unione Europea. La 
Germania, ancora oggi, è meta prevalentemente di persone che arrivano dalla ex Jugoslavia, 
dai Paesi dell’Est e soprattutto dalla Turchia; in Inghilterra, gli immigrati sono per lo più 
asiatici; in Francia, in Spagna e negli altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo i flussi 
provengono in gran parte dal Marocco, dall’Algeria e dalla Tunisia.  
Essendo l’attuale processo di globalizzazione un promotore del movimento delle 
persone, risulta ben evidente quanto le migrazioni passate e quelle presenti incidano sul 
contemporaneo, sul suo immaginario e sulla sua essenza temporale. Questi spostamenti, 

Preview dalla tesi:

Identità migranti di seconda generazione nell'Inghilterra contemporanea: letteratura e cinema

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gisella Famà
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Televisione, Cinema e Produzione Multimediale
  Relatore: Mara Logaldo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 189

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asian british cinema
bend it like beckham
black british cinema
black british literature
east is east
hanif kureishi
hari kunzru
mark stein
my beautiful laundrette
paul gilroy
stuart hall
the buddha of suburbia
the impressionist
white teeth
zadie smith

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi