Skip to content

Il conflitto israelo-libanese dell'estate 2006

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il conflitto israelo-libanese dell'estate 2006, Pagina 5
7 
 
CAPITOLO PRIMO - La situazione generale del Medio 
Oriente alla vigilia del conflitto israelo-libanese 
 
 
 
1.1 - Israele, Hezbollah e Libano: il triangolo della guerra 
 
L‟estate del 2006 è stata sicuramente caratterizzata a livello internazionale 
dall‟esplodere della tensione nella zona mediorientale tra Israele e la milizia sciita di 
Hezbollah, che in arabo significa “Partito di Dio”; i suoi membri operano all‟interno del 
territorio libanese sia come partito politico che come movimento armato di resistenza 
contro Israele. 
Le violenze, da ambo le parti, si sono prolungate per 34 giorni e hanno segnato uno 
spartiacque per la politica libanese, per quella israeliana e per le relazioni internazionali 
degli attori coinvolti, che sono tanto i diretti interessati quanto gli Stati vicini, in primis 
Siria e Iran, oltre ovviamente agli Stati Uniti e all‟ONU. 
Per poter comprendere adeguatamente lo sviluppo militare e diplomatico del conflitto è 
utile fare una panoramica che illustri la situazione poliica e sociale degli attori in 
questione. 
Per il Libano, la cui condizione è certamente la più complessa, occorre partire almeno 
dalla fine del periodo coloniale; per Israele è invece sufficiente limitarsi all‟ultimo 
decennio. Hezbollah sarà oggetto di un‟analisi accurata che ne spieghi la collocazione 
politica sia interna che internazionale. 
 
1.2 - Il Libano post-coloniale: il Patto Nazionale 
 
La storia, la politica e la religione sono i tre elementi che caratterizzano nel profondo la 
società libanese, determinandone i destini sociali e politici. 
Storicamente il Libano, data la sua favorevole posizione geografica, è stato un crocevia 
commerciale che ha favorito il mescolarsi di numerose culture e tradizioni. Un crogiolo 
di religioni che hanno trovato qui piena libertà di espressione, incontrando però non 
pochi problemi di convivenza.  
Circa 3.874.000 abitanti popolano il Libano: la quasi totalità è di origine araba, anche se 
i cristiani preferiscono farsi chiamare fenici, rivendicando le loro discendenze cananee e 
non arabe. A loro si aggiungono circa 400.000 palestinesi rifugiati in Libano, ma non 
godono di alcun diritto di cittadinanza. Le stime sulla consistenza della popolazione non 
sono ufficiali: dal 1932 non si tiene alcun censimento, per evitare di accertare 
mutamenti nelle proporzioni tra le varie confessioni, che esaspererebbe le tensioni 
settarie già abbondanti nella politica libanese.  
Le comunità religiose censite sono numerose: alcuni arrivano a contarne addirittura 17-
18. Le principali sono comunque quella cristiana e quella musulmana. A loro volta i 
cristiani, circa il 40% della popolazione, si dividono tra numerose correnti; quella

Preview dalla tesi:

Il conflitto israelo-libanese dell'estate 2006

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Campus
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Liliana Saiu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

israele
iran
siria
gerusalemme
onu
roma
rice
amnesty international
bush
beirut
libano
unifil
hezbollah
damasco
olmert
siniora
livni
risoluzione 1701
winograd
human rights watch
cana
tel aviv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi