Skip to content

Il consumo di droghe. Tra Psiche e Techne. Per una prospettiva psico-antropologica.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il consumo di droghe. Tra Psiche e Techne. Per una prospettiva psico-antropologica., Pagina 3
L’ESPERIENZA ALLUCINOGENA TRASCENDENTALE 
Il racconto appena descritto, fa parte del repertorio di credenze religiose tramandate da 
generazione in generazione nei templi Buiti del Gabon, ed è stato raccolto 
dall’etnobotanico Giorgio Samorini, durante una sua missione di ricerca nella foresta 
1
equatoriale africana nel 1991. Attraverso la poderosa Ibogaina anche per i neri vi è la 
possibilità di accedere al paradiso, questo credo è presente all’interno del Buiti una 
religione di carattere sincretico, dove ai dogmi del pensiero cattolico cristiano, sono stati 
aggiunti rituali provenienti dalle antiche tradizioni pagane locali. Un esempio di questo 
sincretismo è dato dall’ostia offerta durante alcune cerimonie, essa è composta dalla radice 
polverizzata dell’ibogaina, la quale scatena un chiaro effetto psichedelico nei fedeli. 
Consumare droghe non è una caratteristica dei tempi moderni, ma come sostiene Lewin 
(1928) “con le prime notizie a noi giunte sulla vita degli uomini sulla terra ne sono giunte 
altre, che si riferiscono all’uso di sostanze le quali non servirono per nutrire né per dare 
senso di sazietà, ma venivano usate deliberatamente per provocare durante un certo tempo 
1
 L’Ibogaina è il primo di dodici alcaloidi derivati dalla pianta Tabarnathe Iboga e cresce 
prevalentemente nelle zone occidentali dell’Africa. Gli effetti fisici più caratteristici sono: 
la dilatazione delle pupille, l’aumento della pressione sanguigna, allucinazioni simili a 
quelle che si riscontrano nell’LSD, disfunzioni motorie, vomito. Alcuni all’inizio del viaggio 
sentono un forte desiderio di danzare. Altri invece possono sperimentare delle esplosioni 
d’ira improvvisa e non correlata alla situazione presente. Questi comportamenti, sostiene 
lo psichiatra Naranjo (1973), sono dovuti probabilmente perché gli effetti psicotropi 
dell’Ibogaina tendono a far rivivere o a ricordare situazioni vissute durante l’infanzia. 
Durante la conferenza del 1966 organizzata a S. Francisco (USA) da Baker, Naranjo ha 
presentato uno studio sulle possibili applicazioni dell’alcaloide in psicoterapia. Negli 
ultimi anni questa sostanza viene utilizzata in via sperimentale anche come sostituto al 
metadone per la disintossicazione dagli oppiacei (Mash, Kovera, Pablo, et al., 2001).
9 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Il consumo di droghe. Tra Psiche e Techne. Per una prospettiva psico-antropologica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Igor Vegni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Elena Calamari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 306

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

chill out zone
d.m.t.
droghe
ecstasy
ecstasy testing kit
emozioni
good friday experiment
ketamina
lapassade
m.d.m.a.
misteri eleusini
neo-darwinismo
phanke
prevenzione
psicologia evoluzionista
psylocibe
rave
rivoluzione tecnologica
sciamanesimo
set-setting
stati alterati di coscienza
strassman
techno
timothy leary

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi