Skip to content

Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca, Pagina 14
 17
artistico. Oggi, gli smørrebrød sono consumati anche a pranzo, poiché  i cittadini danesi 
non hanno l’abitudine di consumare il pasto del mezzogiorno a casa. 
Infatti, molto spesso il Danese si accontenta di effettuare un pranzo veloce, consumando 
una di queste tartine con sopra dei pâte, dell’anguilla affumicata, del formaggio, del 
salmone, del caviale rosso e nero o con dei cetrioli di tutte le forme come verdura. 
Il gusto danese è ancor oggi per gli alimenti grassi e i danesi sono abituati a mangiare la 
carne di maiale, perché fa parte della cucina tradizionale danese. Come si sa, i famosi suini 
di razza Landrace sono originari di questa nazione e forniscono tuttora una carne molto 
pregiata, tant’è che gli allevatori di hanno chiamati “maiali d’oro” e li esportano in tutto il 
mondo. 
Con la carne di maiale sono preparati numerosi piatti come ad esempio “il maiale alle 
prugne”, che, come vuole la tradizione scandinava, mette insieme sapori dolci e agri con 
aromi piccanti e speziati. 
Di questo animale, però non mangiano le parti migliori perché sono esportate agli 
americani e ai giapponesi e anche perché sono le parti meno costose. 
Anche se in Danimarca si trovano molti allevamenti di buoi, mucche, pecore, le loro carni 
vengono mangiate raramente, solo per determinate occasioni, perché sono considerate 
troppo costose. 
Dagli anni ‘50-‘60 la strategia dell’allevamento del porcellino Landrace era proprio quella 
di vendere le parti più pregiate all’estero e le parti meno pregiate sono utilizzate per 
preparare gli insaccati come il prosciutto cotto o il salame. La parte più grassa, invece, 
viene preparata per fare lo speck ed è venduta in Gran Bretagna per fare il bacon. Tutti i 
tagli meno pregiati vengono venduti sul mercato locale. Di questi si preparano le salsicce 
oppure vengono tritati e sono venduti in speciali confezioni. Un tipo di salsiccia molto 
consumata a pranzo è il “pølser” che è un piatto tradizionale e non è prodotto dal 100% di 
carne. Oggi si sa che non è l’alimentazione più salutare e negli ultimi cinque o sei anni la 
tendenza è stata nell’incremento di frutta e verdura.  
In Danimarca non è errata la dieta corrente, ma i diversi alimenti sono combinati insieme 
in modo poco corretto. 
Per esempio, i bambini consumano o latte o bevande gassate e non c’è altra alternativa, 
poiché sono abituati da quando sono piccoli a comportarsi in questo modo. Inoltre, al di 
fuori del pasto consumano molti dolciumi fatti di gelatina, cioccolato, liquirizia e coloranti. 
Sono tutti questi alimenti che li danneggiano e perciò quando diventano adulti 
continueranno queste abitudini, aggiungendo anche che il pranzo è fatto un po’ dove 
capita, alla svelta. 
Anche, se la Danimarca vive a contatto con il mare, il pesce non è molto consumato. 
Quest’ultimo è considerato come un prodotto da esportazione. Viene molto spesso 
utilizzato per produrre cibi in scatola, farina o olio di pesce. 
Comunque, in questi ultimi anni la dieta quotidiana in Danimarca sta avendo 
un’evoluzione anche a causa della libertà di circolazione delle merci nel Mercato Unico. 
Ciò ha permesso di acquistare frutta e verdura fresca proveniente dai Paesi Mediterranei. 
Inoltre, hanno creato delle strutture all’avanguardia per la coltivazione in serra e la 
preparazione in confezioni già pronte di ortaggi e primizie. Solo 10 anni fa queste modalità 
di preparazione non era possibile, a causa della mancanza della tecnologia moderna. 
Ancor oggi, l’alimentazione danese non è secondo i principi auspicati dai dietologi di tutto 
il mondo, ma sta andando verso un’alimentazione più corretta, più salutare e anche più 
bilanciata.  
Un dato molto positivo si è avuto con l’aumento in questi ultimi anni del consumo di pesce 
sia di quello prodotto localmente, sia di quello importato direttamente dalla Norvegia. Ciò 
può aiutare molto la salute perché i grassi del pesce sono meno nocivi, in confronto ai 
grassi animali. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Elisabetta Villa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Andrea Stocchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alimentazione
commercio estero
consumatori danesi
danimarca
dieta mediterranea
mercato danese
olio d'oliva
olio di colza
polverizzazione
prezzi dell' olio d'oliva
mercato dell'olio d'oliva
olio extra vergine

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi