Skip to content

Il crollo dell'URSS

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il crollo dell'URSS, Pagina 3
una struttura reale capace di unire le forze in questa fase decisiva (...) ma 
quello che sta succedendo in Ucraina mi preoccupa (...) Se i meccanismi 
di interazione tra le repubbliche non funzionassero, sarebbe un disastro”
3
. 
Di fronte alle accuse di Eltsin che gli addossava la responsabilità di aver 
bocciato nel 1990 l’ipotesi di dare vita ad una confederazione e, per 
questa via, di non essere stato in grado di salvare l’Unione, la risposta di 
Gorbacev è composta quanto lapidaria: “Spesso le dichiarazioni di Boris 
sono troppo politiche. E’ il tentativo di scaricare la responsabilità dei 
processi di disgregazione in corso. Io non accuso, voglio dire solo che 
avevamo preparato un accordo per rifondare l’Unione ed era pronto due 
giorni prima del golpe”. 
E’ un Gorbacev sicuro di sé e del proprio operato quello che si presenta 
davanti ai giornalisti: ammette di non aver dato la giusta importanza alla 
risorsa tempo, di non essere riuscito a realizzare i propri obiettivi con la 
necessaria tempestività, ma salva tutto della sostanza dei suoi progetti: 
“(...) tutto questo non tocca la mia scelta fondamentale che io difendo e 
di cui sono orgoglioso fino in fondo: di aver cominciato le riforme nel 
1985”. 
Di fronte ad un Gorbacev che perde con dignità c’è “un corvo bianco” 
che non perde tempo e si impossessa del potere e dell’ufficio 
presidenziale tre giorni prima di quanto fosse stato stabilito. Accade così 
che Gorbacev, sorpreso da quella visita inaspettata, debba prendere il 
cappotto e lasciare il Cremlino come “cittadino qualunque” senza avere 
avuto il tempo di abituarsi all’idea di dover rivestire panni diversi da 
quelli indossati per anni. Anche alla ex first lady Raissa viene 
comunicato di “fare i bagagli in fretta” per lasciare la villa alle porte di 
Mosca libera per il suo nuovo occupante Eltsin e la sua signora 
Anastassia. 
Tuttavia per il giocatore d’azzardo Eltsin, “che ha tratto il dado e rischia 
tutto”, come commenta sulle pagine de “La Stampa”
4
 del 28 dicembre 
Giulietto Chiesa, cominciavano subito i guai. Dopo il decreto che, a 
partire dal 2 gennaio, avrebbe liberalizzato i prezzi, la squadra del 
presidente russo si apprestava a lanciare un programma di privatizzazione 
contro il quale si erano scagliate violente reazioni da parte dello 
schieramento democratico. Da quel programma le entrate statali 
avrebbero dovuto essere rimpinguate di 92 miliardi di rubli nel 1992 e di 
oltre 300 miliardi nel 1993. Accanto alle nuove entrate ci sarebbe stato 
un disparato tentativo di risanare il bilancio statale attraverso un taglio 
drastico delle spese militari, la fine pressochè totale delle sovvenzioni 
alla produzione, il blocco degli investimenti nel settore dei beni capitali. 
Il tutto sarebbe stato accompagnato da una rigorosa politica monetaria e 
da un nuovo sistema di tassazione. Quei propositi si scontravano però 
con degli ostacoli difficili da superare: la mancanza di un sistema fiscale 
adeguato e, soprattutto, le insofferenti reazioni da parte di molti paesi 
della CSI nei confronti del programma economico russo, la cui 
realizzazione faceva loro temere una drammatica erosione del potere 
2

Preview dalla tesi:

Il crollo dell'URSS

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosario Caratozzolo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Francesco Traniello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 36

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

urss
guerra fredda
storia contemporanea
russia
crollo
implosione
gorbacev
staslawsky
impero sovietico
russificazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi