Skip to content

Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO PRIMO: INVENTARE UN LINGUAGGIO PER SCRIVERE UNA STORIA 1.1 Un professore controverso John Ronald Reuel Tolkien è stato ed è tuttora uno degli autori più letti e discussi del Novecento. Il giudizio sulla sua produzione narrativa si è polarizzato nel tempo tra una schiera composita di detrattori 1 ed una altrettanto disomogenea di estimatori 2 . Tolkien o si ama o si odia. Difficile restare indifferenti. Del resto parliamo di un autore che sembra quasi medievale in piena epoca contemporanea. Mentre il romanzo e la letteratura in generale esplodevano in una fioritura di stili, tematiche, scuole a cui mai si era assistito prima, Tolkien riportava alla luce il torrente carsico dell’epica e della mitologia che con Tasso e Cervantes era definitivamente scomparso, fluendo nascosto per cinquecento anni prima di riaffiorare copioso nel XX secolo tra le mani di questo professore oxoniano 3 . Tolkien prima di essere quel creatore di mondi fantastici, di medioevi magici epici e tragici, di vere e proprie cosmogonie spesso cantate in lingue immaginarie e rincorse per tutta la vita, e dunque prima di diventare suo malgrado un personaggio pubblico, ha vissuto in maniera discreta una sua vita privata. È stato fervente cattolico, marito, padre e soprattutto, per quarant’anni, professore di Filologia anglosassone presso l’Università di Oxford. Quella dell’insegnamento, assieme allo studio, è stata la realtà principale della sua esistenza. Fu un professore sui generis, appassionato e appassionante 4 , ma uguali, se non maggiori, furono il trasporto e la partecipazione a tratti totalizzanti che Arda 5 , i suoi popoli e i suoi linguaggi, 1 Cfr. infra pp. 37-42 e pp. 51-64. 2 Tom Shippey, uno dei maggiori studiosi di Tolkien e suo predecessore sulla cattedra di inglese antico a Leeds dal 1921 al 1924 e ad Oxford dal 1925 al 1959, nella sua opera J.R.R. Tolkien: Author of the Century, Houghton Mifflin Company, Boston, 2001, a p. 85 scrive: «Tolkien was the Chrétien de Troyes of the twentieth century. Chrétien, in the twelfth century, did not invent the Arthurian romance, which must have existed in some form before his time, but he showed what could be done with it; it is a genre whose potential has never been exhausted in the eight centuries since. In the same way, Tolkien did not invent heroic fantasy, but he showed what could be done with it; he established a genre whose durability we cannot estimate». 3 Anche se si potrebbe affermare che il romanzo storico ottocentesco, in cui personaggi immaginari agiscono su uno sfondo storico reale e partecipano a importanti vicende sulle quali spesso si basa la nascita dello stato-nazione, ha caratteristiche simili all’epica e agli “eroi fondatori” di stati e civiltà che ritroviamo in essa. Tra i primi esempi di questa narrativa l’Ivanohe di Walter Scott, edito nel 1820 dalla Archibald Constable and Co. di Edimburgo. 4 Le lezioni universitarie che svolgeva ad Oxford erano famose per le sue declamazioni, anche estrose, di antichi testi. W.H. Auden, poeta, ammiratore e, successivamente, recensore di Tolkien, una volta gli scrisse: «Non credo di averle mai detto quale indimenticabile esperienza fosse per me, da studente, ascoltarla mentre recitava il Beowulf. La sua voce era la voce di Gandalf». J.R.R. Tolkien, Il medioevo e il fantastico, a cura di C. Tolkien, ed. it. a cura di G. De Turris (titolo originale: The Monsters and the Critics and Other Essays, Allen and Unwin, London, 1983, trad. it. a cura di C. Donà), Bompiani, Milano, 2004, p. 12. 5 In linguaggio elfico la Terra nella sua interezza. Arda, il mondo in cui Tolkien ambienta le sue storie è suddiviso in due continenti, Terra di Mezzo e Aman.
Anteprima della tesi: Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Desideri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Lucilla Spetia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fascista
linguaggio
filologia
mitopoiesi
tolkien
hippie
il silmarillion
fonti letterarie
il signore degli anelli
lo hobbit

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi