Skip to content

Il paradiso disabitato. Aporie e paradossi del monismo neoplatonico da Plotino a Eriugena

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il paradiso disabitato. Aporie e paradossi del monismo neoplatonico da Plotino a Eriugena, Pagina 9
IL MONISMO 
 
 
 
6 
 
1.2 Il monismo della priorità  
 
Come abbiamo accennato poc’anzi, i monisti dell’esistenza pensano il cosmo come 
somma di tutti gli oggetti concreti
15
. La posizione di Schaffer al riguardo è al contempo 
simile e dissimile. È simile perché Schaffer, accettando il principio mereologico
16
 di 
composizione non-ristretta, sostiene che il cosmo esiste come fusione (Schaffer utilizza 
proprio il termine “fusion”) di tutti gli oggetti concreti attuali
17
(tranne il cosmo 
medesimo). Che cos’è il principio di composizione non-ristretta (PCNR)? Il principio 
dice che, «date due entità qualsiasi x e y, esiste sempre un’entità z che è la somma 
mereologica di x e y, ossia un’entità le cui parti sono esattamente le parti di cui è composto 
x, più le parti di cui è composto y »
18
. In questa sede dovremo soprassedere alle numerose 
difficoltà in cui si incorre applicando il PCNR alle entità complesse.
19
Al netto di queste 
difficoltà il PCNR si dimostra un principio piuttosto ‘pesante’, poiché impegna Schaffer 
(o chi per lui) ad ammettere l’esistenza di entità ‘insolite’. Con le parole di David Lewis:  
 
Non abbiamo nomi per la somma mereologica della metà destra della mia scarpa sinistra, più la 
Luna più la somma di tutti gli orecchini di sua maestà la regina di Inghilterra, escluso il nome 
lungo e grossolano che le ho appena dato […]. È sicuramente ragionevole ignorare una cosa 
simile nel nostro pensiero e linguaggio quotidiani. Ma ignorarla non la farà andar via.
20
 
(traduzione mia) 
 
La posizione di Schaffer è invece dissimile nel suo distinguere fra identità e 
composizione: dire che il cosmo è composto da tutti gli oggetti concreti attuali (eccetto il 
cosmo) è cosa ben diversa dal dire che il cosmo si identifica con gli oggetti medesimi 
presi insieme. Al riguardo Schaffer è molto vicino a posizioni aristoteliche, talché egli 
cita apertamente lo Stagirita. La distinzione fra composizione (delle parti) e identità (con 
l’intero) è funzionale a un doppio scopo: sottolineare una priorità in senso logico e 
ontologico dell’intero rispetto alla parte
21
 e differenziare un intero (holon) da un 
aggregato (pan). Soffermiamoci su questi ultimi.  
 
15
 Eccezion fatta per Spinoza e per chi, assieme a lui, ritiene che il cosmo sia l’unica sostanza.  
16
 La mereologia (da “meros”, parte, e“logos”, discorso/ragionamento) è una teoria della filosofia analitica 
che studia la relazione parte-tutto.  
17
 Un oggetto è attuale se esiste qui ed ora. 
18
 F. Berto, L' esistenza non è logica. Dal quadrato rotondo ai mondi impossibili, Laterza, Bari 2010, p. 98 
19
 Il PCNR si applica agli insiemi matematici astratti e risulta assai problematico per le entità complesse, 
ossia per gli insiemi concreti composti dalle loro parti (ad esempio i corpi). In particolare sussistono i 
seguenti 4 problemi: 1) vaghezza: alcune entità complesse possiedono delle parti in modo “vago” (un’entità 
E è vaga quando, dato un tempo t e un luogo l, non è possibile determinare con esattezza se E esista o non 
esista nel tempo t al luogo l). Le nuvole, ad esempio, sono entità vaghe (Zimmerman); 2) persistenza: 
alcune entità complesse persistono anche in mancanza o in sostituzione o in aggiunta di alcune parti; 3) 
emergenza: da alcune entità complesse emergono nuovi poteri causali non presenti nelle parti prese 
singolarmente; 4) coincidenza: Due entità distinte (es. la statua e il pezzo di bronzo di cui è fatta) sembrano 
poter condividere tutte le loro parti ed essere comunque distinte. Ciò non accade per gli insiemi: due insiemi 
sono identici se e solo se hanno tutte e soltanto le stesse parti (Michele Paolini Paoletti).  
20
 D. Lewis, Counterparts or double lives?, in M. J. Loux (a cura di), Metaphysics.Contemporary Readings, 
Routledge, New York 2001, p. 208 
21
 «E per natura lo stato è anteriore alla famiglia e a ciascuno di noi perché il tutto dev’essere 
necessariamente anteriore alla parte: infatti, soppresso il tutto non ci sarà più né piede né mano se non per 
analogia verbale» (Aristotele, Politica, 1253a 29, in Aristotele, Opere. Vol. IX. Politica, Trattato 
sull’economia, trad. it. di R. Laurenti, Laterza, Bari 1973, pp. 6-7)

Preview dalla tesi:

Il paradiso disabitato. Aporie e paradossi del monismo neoplatonico da Plotino a Eriugena

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Mascitti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Guido Alliney
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

neoplatonismo
monismo
male
plotino
peccato originale
proclo
eriugena

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi