Skip to content

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il processo di transizione in Ungheria e Romania, Pagina 9
 13 
ungherese, come quelle degli altri paesi del blocco sovietico, era caratterizzata dalla 
pianificazione centralizzata che si articolava nell attuazione dei Piani quinquennali (o in 
alcuni casi triennali). La pianificazione era funzionale al coordinamento delle attivit  
economiche attraverso la definizione degli obiettivi da raggiungere e delle relazioni tra i 
diversi settori dell economia. La razionalit  del s istema di piano non si basava sul 
raggiungimento della massimizzazione dei profitti, ma su una priorit  di scopi 
centralmente stabilita, i criteri e le libert  econ omiche erano subordinati alla volont  del 
centro politico.  
A met  degli anni Sessanta Ł chiara alla dirigenza del partito la necessit  di un 
riordino complessivo del sistema di amministrazione dello stato6. Il Nuovo Meccanismo 
Economico - NME ( j Gazdasagi Mechanizmus) elaborat o da BØla Csik s-Nagy, 
AndrÆs Hegedős, Lajos Feher e Rezsı Nyers e presentato nella sua versione definitiva 
al Comitato Centrale riunito il 25-27 maggio 1966, entra in vigore il 1 gennaio 1968. 
Questa riforma segna l avvio di un economia di merc ato socialista che, preservando i 
capisaldi del sistema come la propriet  statale dei  mezzi di produzione e il ruolo 
centrale della pianificazione nazionale nella distribuzione delle risorse, introduce 
importanti innovazioni: abolisce la direzione centralizzata della produzione, prevede 
una discreta libert  dell impresa nella definizione  dei prezzi e nella determinazione dei 
salari in base ai profitti (pur rimanendo soggetti al controllo amministrativo centrale), 
consente la partecipazione dei lavoratori alla presa di decisioni interne sugli obiettivi di 
fabbricazione e sugli investimenti, autorizza gli scambi tra imprese e da maggiore 
libert  alle cooperative agricole. Innovazione tra le piø importanti Ł che, pur restando 
predominante il settore socializzato, Ł ammesso quello privato (artigianato e commercio 
al dettaglio)7. Gli obiettivi generali della nuova politica economica sono: sviluppo e 
crescita bilanciata, l aumento degli scambi per riequilibrare la bilancia commerciale, il 
miglioramento delle condizioni di vita della classe lavoratrice e l incremento delle 
relazioni con l Occidente per favorire l acquisizio ne di attrezzature tecnologiche che 
possano potenziare la produzione. Nonostante le difficolt  iniziali dovute alla mancanza 
di capitali ed alla definizione delle competenze, il NME ha effetti positivi in particolare 
in agricoltura anche se centinaia di migliaia di contadini continuano ad emigrare verso 
le aree industriali. Nel 1969 il tasso di crescita del reddito nazionale, che prima era 
                                                 
6
 Cfr. Direttive iniziali del Comitato Centrale del POSU per la riforma del sistema di gestione 
economica, in Socialismo e democrazia in Ungheria. Discorsi, articoli, interviste 1957-1982, op. cit. p. 
339-342. 
7
 Nel 1985 il 12% dei negozi e il 40% dei ristoranti sar  gestito da privati. 

Preview dalla tesi:

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giordana Pallone
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Roberto Morozzo della Rocca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1989
antall
area danubio-balcanica
comunismo
democratizzazione
democrazia popolare
economia pianificata
europa
europa centro orientale
horn
ion iliescu
janos kadar
m. s. gorbacev
nicolae ceausescu
peter roman
romania
socialismo
storia
transilvania
transizione
ungheria
unione europea
urss

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi