Skip to content

Il ruolo delle organizzazioni criminali nel traffico di esseri umani dall’Africa all’Europa. Il caso delle mafie nigeriane

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il ruolo delle organizzazioni criminali nel traffico di esseri umani dall’Africa all’Europa. Il caso delle mafie nigeriane, Pagina 10
11 
 
delle migrazioni forzate che vede la sua più emblematica nonché tragica rappresentazione 
nella tratta degli schiavi.  
Il commercio degli schiavi africani, già praticato in precedenza dai mercanti arabi, 
assunse dimensioni ben più rilevanti con la colonizzazione dell’America. In questo 
continente, inizialmente occupato da portoghesi ed europei, la richiesta di manodopera 
nelle piantagioni divenne molto alta. I portoghesi per primi prelevarono un numero 
cospicuo di uomini dall’Africa, dove già possedevano insediamenti, e a trasportarlo nelle 
colonie americane, seguiti poi dagli spagnoli e dagli inglesi che fecero la stessa cosa ma 
verso il Nord America. Non vi è ancora certezza sui numeri, ma si calcola che entro la fine 
del XVIII secolo furono circa 10 milioni gli africani deportati nella tratta atlantica
15
. 
Le esplorazioni geografiche cominciate nel XV secolo possono essere viste come 
una riscoperta del mondo fino ad allora già popolato dagli esseri umani messisi in 
cammino qualche migliaio di anni prima. Questa volta, però, l’intento dell’uomo europeo, 
che organizza e intraprende questi viaggi, è quello di controllare e assoggettare i territori 
scoperti facendone ramificazioni di un centro che è quello del continente di provenienza, 
l’Europa
16
. In quest’ottica si delinea il concetto di centro-periferia, che sarà il fulcro di 
importanti studi e di elaborazioni teoriche (dette del sistema-mondo) che individuano la 
dipendenza di aree periferiche da aree centrali, situazione che ne determina la forte 
disuguaglianza
17
. 
Ma le migrazioni dell’età moderna non furono solo forzate, anzi, vi fu una forte 
componente di migrazione volontaria che attraversò l’Atlantico dall’Europa per 
raggiungere l’America. Oltre agli avventurieri e ai conquistatori, partirono verso il Nuovo 
Mondo numerose persone attratte dalla possibilità di fare facile fortuna oppure per poter 
professare più liberamente la propria religione. L’Europa, infatti, all’epoca stava 
attraversando il periodo della Riforma e della successiva Controriforma, situazione che 
indusse numerosi gruppi protestanti di recente formazione e di dissidenti religiosi a 
lasciare il continente per professore altrove in maniera più libera il proprio culto.  
Emblematico è l’episodio della nave Mayflower, che nel 1620 trasportò i padri pellegrini 
dall’Inghilterra a Plymouth, in Massachusetts, dove venne fondata una colonia permanente.  
 
                                                
15
 KLEIN, Herbert S. The Atlantic slave trade. Cambridge University Press, 2010. 
16
 BRAUDEL, F. Espansione Europea E Capitalismo. Il Mulino, Bologna, 2012. 
17
 Immanuel Wallerstein è il principale esponente di questo campo di indagine. Per una selezione dei suoi 
scritti si veda WALLERSTEIN, I.M. Alla Scoperta Del Sistema Mondo. Manifestolibri, 2010.

Preview dalla tesi:

Il ruolo delle organizzazioni criminali nel traffico di esseri umani dall’Africa all’Europa. Il caso delle mafie nigeriane

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Carretti
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Geopolitica e Geoeconomia - XXXII Ciclo
Anno: 2019
Docente/Relatore: Giuseppe Terranova
Correlatore: AntoniettaPagano
Istituito da: UniCusano - Università degli Studi Niccolò Cusano
Dipartimento: Scienze Politiche
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 192

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi