Skip to content

«Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: «Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica., Pagina 9
8 
 
In filigrana sta il ruolo dell’IdR, già sopra accennato, che sa intendere 
l’educazione come «cosa del cuore», come diceva don G.Bosco, tesa a lasciare dietro 
di sé (come fa il passaggio di Dio…), una crescita di coscienza, di amore e di libertà, 
nella quale si entra mediante il dialogo e che si porta avanti con l’assistenza della 
Grazia. Tenendo a mente parimenti la preziosa e veritiera esortazione di S.Paolo
26
 
che invita i discenti a far parte di quanto posseduto a coloro che li istruiscono, 
ricevendo reciproco arricchimento.
27
 E quale docente non ha toccato con mano 
quanto si riceve e/o impara dai propri alunni di ogni età? Per questo mi piace sempre 
ricordare la pregnante definizione di insegnante di Religione come colui che è la 
«causa ministeriale»
28
 dell’apprendimento del discente: impegnato in un fecondo 
scambio, come una sorta di «lievitatore» che fa «aumentare» la pasta di cui è fatto 
l’alunno, o di giardiniere che pianta semi e coltiva piantine - in vista di frutti che 
forse non lui ma altri vedranno
29
 - ma per il cui lavoro egli già riceve il centuplo 
quaggiù e nell’aldilà non perderà la sua ricompensa.
30
 
PARTE PRIMA 
PREMESSA. La «storia degli effetti» 
Una frase pronunciata da Gesù nel Vg di Matteo 12,38-42, ripresa dallo stesso 
evangelista anche in altro luogo, poi nel suo parallelo in Luca, forma il nucleo del 
nostro tema:  
38
Allora alcuni scribi e farisei lo interrogarono: «Maestro, vorremmo che tu ci facessi vedere un 
segno». Ed egli rispose: 
39
«Una generazione perversa e adultera pretende un segno! Ma nessun 
                                                           
26
 Galati 6,6: «Chi viene istruito nella dottrina, faccia parte di quanto possiede a chi lo istruisce». 
27
 Con altre parole conferma di ciò si trova anche in PORCARELLI, Cammini del conoscere, 30: il 
maestro è qualcuno chiamato ad essere per un certo tempo «amministratore» della ricchezza interiore 
di un allievo, sia di quella già sviluppata che di quella in fieri, e da un’attività di insegnamento svolta 
con passione non si può uscire esattamente come si era prima. 
28
 PORCARELLI, Cammini del conoscere, 56-57. Porcarelli spiega tecnicamente questa definizione 
dicendo che è l’allievo il soggetto che compie l’atto di apprendimento, essendo questo un’azione 
individuale; egli passa dal poter conoscere al conoscere effettivamente, cosa che si compie 
nell’interno della sua mente. Ciò non toglie che sia il maestro la «vera causa» del suo apprendimento. 
E al contrario di ciò che avviene ai beni materiali, quelli intellettuali non vengono inficiati o diminuiti 
quando più soggetti interagiscono fra loro; al contrario la sinergia collaborativa aumenta l’operatività 
sia del maestro che dell’allievo: più intensa è l’azione culturale ed esperienziale del maestro offerta 
all’allievo, più intensa e vivace sarà la risposta di lui, che si gioverà del maestro per accumulare una 
conoscenza che da solo otterrebbe ben difficilmente o in tempi molto più lunghi. 
29
 Lc 13,21; 1 Cor 3,6-13; Lc 13,6-9. 
30
 Mt 10,42.25,45.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

«Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lidia Roboni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Facoltà Teologica del'Emilia-Romagna
  Facoltà: Istituto di Scienze Religiose
  Corso: Scienze Religiose
  Relatore: Brunetto Salvarani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pinocchio
pensiero narrativo
insegnamento della religione cattolica
bibbia a scuola
storia della salvezza cristiana
insegnante di religione
storia degli effetti biblici
programmazione e didattica della religione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi