Skip to content

Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004), Pagina 4
 7
funcţioneazã, sau a funcţionat, în ciuda constituţiei sale, nu mulţumitã acesteia”
5
. 
 Spre deosebire de sistemul prezidenţial, în sistemul parlamentar puterea 
este imparţitã între legislativ şi executiv, şi nu pe o separare strictã. Empiric 
întâlnim multe varietãţi de parlamentarism şi nu întotdeauna parlamentul 
prevaleazã asupra executivului, sistemul de tip englez fiind o dovadã clarã în acest 
sens. În Regatul Unit, regele sau regina îl învesteşte în funcţia de prim-ministru pe 
liderul partidului majoritar, şi deasemenea în numeroase sisteme multipartidiste 
cabinetele care se formeazã prin negocieri între partide sunt numite de cãtre şeful 
statului fãrã alegeri formale sau învestiturã. În sistemele parlamentare executivul 
este reprezentat de miniştrii spre deosebire de sistemul prezidenţial. Aici 
preşedintele nu are miniştrii, ci doar consilieri, el având puterea de a lua orice 
decizie “cu sau fãrã, şi chiar împotriva sfatului cabinetului”
6
. În sistemul 
parlamentar, dupã cum continuã Lijphart, cele mai importante decizii trebuie 
asumate de cãtre cabinet, ca un intreg, nu doar de cãtre prim-ministru. 
Studiul lui Arendt Lijphart “Modele ale democraţiei. Forme de guvernare 
şi funcţionare în treizeci şi şase de ţãri”, studiu în care specialistul în ştiinţa 
politicã face o analizã a instituţiilor democratice şi a efectelor acestora asupra 
politicii, fiindu-mi foarte util pentru latura teoreticã a cercetarii mele. Ajungând la 
problemele suscitate de sistemul semi-prezidenţial, Lijphart îşi pune întrebarea 
“care este adevãratul şef al guvernului”? Pentru cã aici avem un preşedinte ales de 
cãtre popor prin vot direct, cu o puternicã legitimitate, dar şi un prim-ministru 
învestit de cãtre Parlament. În Austria sau în Islanda, chiar dacã preşedinţii sunt 
aleşi popular, ei sunt slabi, sistemele lor fiind empiric mai degrabã parlamentare.  
Ca o diferenţã cheie între parlamentarism şi prezidenţialism apare 
problematica dizolvãrii legislativului, preşedinţii nedeţinând dreptul sã dizolve 
legislativul, în timp ce prim-miniştrii şi cabinetele lor posedã acest drept. Dar şi în 
cadrul sistemelor parlamentare, aceastã decizie este mai mult sau mai puţin la 
îndemâna prim-miniştrilor, de exemplu în Anglia aceastã putere este la discreţia 
premierului, însã în Germania, parlamentul poate fi dizolvat numai în anumite 
condiţii. 
În cazul semi-prezidenţialismului, Sartori nu dã o definiţie clarã; în acest 
tip de sistem şeful statului este ales de popor, şi adesea el se numeşte preşedinte. 
                                                          
5
 Giovanni SARTORI,Op.Cit., p. 103 
6
 Arendt LIJPHART, Modele ale democraţiei, ed. Polirom, Iasi, 2000, p. 123 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefan Dabu
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2006
  Università: Universitatea din Bucureşti
  Facoltà: Politica Comparata
  Corso: Politica romaneasca si eureana
  Relatore: Stanomir Ioan
  Lingua:
  Num. pagine: 97

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

constitutie
europa de est
postcomunism
presedinti
sef de stat
semi-prezidentialism

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi