Skip to content

Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004), Pagina 7
 10
este intolerant faţã de opoziţie, încurajeazã candidaţii populişti. Elgie considera ca 
asta se poate aplica si sistemelor semiprezidentiale cu orientare prezidenţialã. Din 
experienţa statelor analizate, autorul constatã cã în aceste sisteme “alegerea directã 
a preşedintelui îl încurajeazã sã se autoportretizeze ca pãrintele sau salvatorul 
naţiunii într-o culturã politicã unde a existat cultul personalitãţii şi primul ministru 
nu poate funcţiona ca o contrapondere la preşedinte”
12
, sistemul acesta fiind puţin 
probabil sã previnã conducerea arbitrarã. In afara acestui tip identificat, cele 55 de 
state care se încadreazã în sistemul semiprezidential, se mai impart in state 
semiprezidenţiale cu un preşedinte cu rol ceremonial((“semipresidential regimes 
with ceremonial presidents”). Acest regim este în practicã unul parlamentar, cu un 
preşedinte cu un rol minim în luarea deciziilor, prim-ministru având principalul rol 
în conducerea ţãrii.  
Ultimul tip de sistem semiprezidenţial, în care se aflã de altfel şi România 
este cel pe care Elgie îl numeşte ”semipresidential regimes with a balance of 
presidential and prime-ministerial powers”- sistemele cu impãrţirea puterii. Si 
acest subtip este susceptibil criticilor, mai ales cã este un sistem ce produce şi el 
conflicte la nivelul executivului şi blocaje decizionale. Se caracterizeazã mai ales 
prin faptul cã decizia aparţine în primul rând prim-ministrului, iar presedintele are 
puterea de a interveni fie sporadic, fie sistematic in anumite domenii, mai ales in 
politica exterã şi cea de aparare. Elgie identificã în aceasta categorie: Croaţia, 
Lituania, Polonia, Finlanda, Capul Verde. Cazul Poloniei, cu preşedintele Wallesa 
incapabil sã “coabiteze” cu prim-miniştrii sãi, este un exemplu clasic în 
argumentul celor spuse de Elgie. De cele mai multe ori, preşedintele, folosindu-se 
de legitimitatea sa doreşte sã-şi maximizeze atribuţiile, astfel intrând în conflict cu 
premierul, care la rândul sãu trebuie sã-şi exercite prerogativelel constituţionale. 
Walesa a încercat sã joace un rol activ în luarea deciziilor, iar aceste situaţii apar 
nu numai dacã şeful de stat şi premierul nu provin din acelaşi partid, conflicte 
apãrând şi în situaţii cume ste cazul României când aparţineau aceluiaşi partid, 
“cadrul constituţional încurajând ambii actori politici sã obţinã mai multã 
putere”
13
.  
Preşedintele Iliescu şi premierul Nãstase este un bun exemplu în sprijinul 
celor spuse mai sus, mai ales cã ei proveneau din aceeaşi formaţiune politicã, una 
                                                          
12
 Robert ELGIE, Art.cit, p.104 
13
 idem 12, p109 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Instituţia şefului de stat în România şi în democraţiile post-comuniste: Bulgaria, Polonia şi Rusia (1989-2004)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefan Dabu
  Tipo: International thesis/dissertation
  Anno: 2006
  Università: Universitatea din Bucureşti
  Facoltà: Politica Comparata
  Corso: Politica romaneasca si eureana
  Relatore: Stanomir Ioan
  Lingua:
  Num. pagine: 97

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

constitutie
europa de est
postcomunism
presedinti
sef de stat
semi-prezidentialism

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi