Skip to content

L'economia ai tempi delle crisi. Etica e nuovi modelli di sviluppo.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'economia ai tempi delle crisi. Etica e nuovi modelli di sviluppo., Pagina 10
12 
 
Rimandando ogni ulteriore riflessione al paragrafo successivo, basti qui sottolineare che pochi 
compresero fino in fondo la scarsa correlazione tra crescita economica e innovazione, anzi si 
verificò esattamente il contrario. 
Infatti, tale impostazione era talmente radicata nel pensiero dell‟epoca, da disconoscere gli effetti 
più deteriori di un simile  fenomeno, anche quando tali effetti si erano palesati agli occhi dei 
governanti.                 
È utile a tal fine citare l‟atteggiamento del presidente americano John Edgar Hoover, il quale arrivò 
persino a negare gli effetti palesi e deleteri della crisi, quali disoccupazione, indebitamento e 
povertà diffusa, sostenendo che si trattava di un periodo passeggero in cui era in corso una sorta di 
riallocazione di risorse umane e economiche17.  
Ciò era vero se si considera il miglioramento produttivo avvenuto nella prima metà del novecento, 
tant‟è, come ha esposto Rifkin, che: 
 
la Commissione presidenziale sui recenti cambiamenti economici, voluta da Herbert Hoover, pubblicò un 
rapporto rivelatore del profondo cambiamento nella psicologia umana intervenuto in meno di un decennio. 
Il rapporto terminava con una rosea previsione di ciò che attendeva l’America: “Questa ricerca ha 
dimostrato, in maniera conclusiva, ciò che un tempo veniva considerato teoricamente vero: i desideri sono 
insaziabili; ogni desiderio soddisfatto apre la strada a un nuovo desiderio. La conclusione è che, di fronte a 
noi, si aprono panorami economici sterminati, e che la soddisfazione di desideri creerà immediatamente 
desideri sempre nuovi da soddisfare… Attraverso la pubblicità e altre tecniche di promozione si è data una 
sensibile spinta alla produzione […] Parrebbe che si possa procedere con un crescente attivismo […] la 
nostra situazione è fortunata e il momento di inerzia notevole”18.               
 
Ma la non comprensione del fatto che la disoccupazione fosse collegata, oltre alla crisi, anche 
all‟aumento della produttività generata dalla continua innovazione, fece crescere l‟irritazione, e non 
di poco, e lo scontento di chi aveva dovuto pagare il costo dell‟innovazione.  
Agli occhi dell‟opinione pubblica a tale manifesta insensibilità19 fu imputata la mancata e pronta 
risposta del governo americano; il quale non mise in atto, com‟è ben noto, nessuna vera politica di 
                                                          
17
 «Il presidente continuò a minimizzare la gravità della situazione economica nazionale, ribadendo sempre che la 
prosperità era <<dietro l‟angolo>> e garantendo che << nessuno stava davvero digiunando>>, un pensiero confortante 
ma, in quei frangenti, evidentemente falso. Si disse che avesse reagito alle notizie sul continuo aumento della 
disoccupazione osservando che << molti hanno lasciato il loro lavoro per quello più redditizio di vendere mele>>. 
Quando la siccità devastò le aree agricole delle zone sudoccidentali del paese, Hoover approvò la fornitura da parte 
dello stato federale di mangimi per il bestiame e di nuove sementi, ma si oppose alla concessione di aiuti agli agricoltori 
e alle loro famiglie. Quando circa ventimila veterani disoccupati marciarono su Washington per ottenere l‟immediato 
pagamento dell‟indennità di servizio che era loro dovuta in forza del Bonus Act del 1931, approvato dal Congresso 
nonostante il suo veto, Hoover mandò l‟esercito (agli ordini del generale Douglas Mac Arthur) a smantellare 
l‟accampamento e a disperdere i veterani» . BENJAMIN FRIEDMAN. Il valore etico della crescita. Sviluppo 
economico e progresso civile. Trad. it. a cura di Nanni Negro. Ed. UBEPAPERBACKS – EGEA (per l‟Italia), Milano, 
Ed. italiana anni 2006\2008, prima edizione anno 2005, pag. 225. 
18
 JEREMY RIFKIN. La fine del lavoro. Cit., pag. 54.  
19
 che fece gongolare di vera gioia i sostenitori più acerrimi e accaniti del libero mercato i quali erano convinti che la 
mano invisibile avrebbe prima o poi risolto tutto.  

Preview dalla tesi:

L'economia ai tempi delle crisi. Etica e nuovi modelli di sviluppo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Camarda
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Fabrizio Sciacca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 304

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropocentrismo sociale
automatismo
capitalismo sociale
crescita
crisi
crisi del '29
economia
economia del dono
etica
fordismo
green economy
manager
mutui subprime
narrazione della crisi
nuovi modelli di sviluppo
progresso
re-engineering
soluzioni economiche classiche
speculazione
stock options
territorio
toyotismo
tribalismo di stato
urbanizzazione moderna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi