Skip to content

L'evoluzione del Reporter di guerra. Dal taccuino ai droni

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'evoluzione del Reporter di guerra. Dal taccuino ai droni, Pagina 7
17 
 
 
Sovente le idee migliori sono frutto di un lungo e laborioso ragionamento, altre volte semplici 
oggetti di uso quotidiano, quale una lampadina, si rivelano la soluzione più logica per la 
risoluzione di un problema. Il corpo dei giornalisti, inteso come l’insieme di questi, è da sempre 
caratterizzato da un forte senso di appartenenza, non sempre accompagnato, però, dalla 
solidarietà tra colleghi. Sanno bene che il tempo utile per l’arrivo e la stampa dell’articolo è 
limitato e qualsiasi espediente è lecito per ritardare gli altri reporter.  
 
Oggi i telefonini cellulari e i satellitari hanno quasi cancellato ogni rischio d’intasamento nella 
trasmissione di un pezzo; ma fino a qualche anno fa il centralino degli alberghi – o l’operatore 
internazionale – era il passaggio obbligato per ogni comunicazione telefonica. Centinaia, migliaia 
anche, di dollari sono finiti nelle tasche voraci dei centralinisti più scaltri, che ti facevano pesare il 
loro potere di decidere sul tuo destino: dalle loro parole e dai loro silenzi non ci mettevi molto a 
capire come una tua accorta generosità avrebbe accorciato, in misura risolutiva, i tempi 
dell’attesa.
23
  
 
Queste invenzioni, come si è notato, sia direttamente che indirettamente, hanno potuto 
agevolare molto la vita del reporter. Spesso si pensa però che l’introduzione di nuove tecnologie 
faccia da corrispettivo a gravi conseguenze sul piano sociale, provocando la scomparsa dei 
vecchi modelli
24
. In realtà ciò non avviene, tranne nel caso del computer (ma di questo si parlerà 
più avanti), anche se provoca degli influssi su alcuni aspetti secondari. Con la nascita ad 
esempio della radio, la maggior parte delle persone credeva che questo avvenimento potesse 
segnare la fine dell’era dei giornali. Tale situazione invece non si verificò poiché i due media 
trovarono il modo di convivere tra loro, dandosi anzi nuovi stimoli per migliorare il proprio 
prodotto con lo scopo di ottenere più successo del concorrente. La stampa si adattò utilizzando 
un tono maggiormente colloquiale ed informale, inserendo nuovi spazi legati al tempo libero, 
come ad esempio fumetti o riviste dedicate a hobby differenti. Una conseguenza interessante 
legata al telegrafo, al telefono ed ai trasporti, fu l’aumento consistente delle fonti di notizie, 
producendo come effetto un più rapido invecchiamento, facendone perciò perdere valore 
rapidamente. Questo creò l’inizio della competizione tra giornalisti e testate per gli scoop. 
Inoltre il miglioramento dei mezzi di locomozione rese possibile l’invio di reporter in luoghi 
meno accessibili, nonostante i tempi lunghi per la spedizione dei propri articoli. In alcuni casi 
era necessario attendere fino al giorno seguente per ricevere il lavoro da mandare in stampa. 
                                                             
23
 ivi p. 174 
24
 M. Forno, Informazione e potere, Roma, Laterza, 2012

Preview dalla tesi:

L'evoluzione del Reporter di guerra. Dal taccuino ai droni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Otella
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche e Sociali
  Relatore: Marinella Belluati
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi