Skip to content

L'Italia della ricostruzione e la creazione della Cassa del Mezzogiorno. Un tentativo di porre rimedio alla questione meridionale.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'Italia della ricostruzione e la creazione della Cassa del Mezzogiorno. Un tentativo di porre rimedio alla questione meridionale., Pagina 4
L’Italia della ricostruzione e la creazione della Cassa del Mezzogiorno. Un tentativo di porre 
rimedio alla questione meridionale.  
12 
 
dell'Ente. Soggetto, all'epoca, certamente interdisciplinare, con attività che 
spaziavano anche in ambito sociale, culturale e politico e, sia pur con vistosi 
limiti, anche in campo economico. Rifiutando facili analisi telegeniche che 
inquadrano il fenomeno partendo dai suoi risultati, questo lavoro di fatto 
concentra i propri sforzi nella ricerca delle ragioni scritte e non scritte sul 
"concepimento" stesso della Cassa del Mezzogiorno ad opera della Svimez,  sui 
dibattiti parlamentari ed extraparlamentari che ne hanno accompagnato la sua 
creazione, ed infine per cercare di far emergere come la stessa origine dell'Ente 
sia stato un tentativo di una classe politica di fornire risposte ad uno dei 
problemi più sentiti del paese. Si è cercato di riassumere le principali posizioni 
politiche espresse sulla Cassa del Mezzogiorno da parte dei partiti italiani, 
ripercorrendo passo dopo passo sia la discussione parlamentare (sin dalla 
presentazione del disegno di legge), che le numerose interrogazioni con i vari 
ordini del giorno sino alla sua definitiva approvazione. Emergono dal lavoro 
svolto, diversificate posizioni di maggioranza e opposizione, numerosi scontri ed 
altrettanti  accordi raggiunti tramite compromessi. Riecheggia alla fine di questo 
percorso di ricerca l’appassionata voce del relatore di maggioranza, l’onorevole 
Jervolino, la critica ragionata dell’onorevole Corbino, (tesa a migliorare la 
legge) e il rifiuto aprioristico e preconcetto dell’onorevole Pietro Amendola che 
invece invocava una legge completamente diversa che portasse ad una rottura 
degli equilibri e delle gerarchie sociali. Sembra evidente, leggendo più volte i 
verbali dei dibattiti parlamentari, come l’intervento speciale realizzato all'epoca 
dal governo si fosse del tutto progressivamente allontanato da quello originario, 
progettato invece dai tecnici della Svimez come la giusta vittoria per il sud.  
La scelta di questo soggetto di studio è consona alla volontà di far rivivere in 
queste pagine il clima di speranze e di grandi attese, ma anche quello delle forti 
tensioni e paure che aleggiavano in quegli anni nel Parlamento e nell'intero 
paese. Tra la seconda metà degli anni Quaranta e i primi anni Cinquanta, con il 
passaggio dalla seconda alla terza fase economica, crebbero, infatti, di pari passo 
le speranze e i dubbi sul futuro dell’Italia. 
L’istituzione della Cassa del Mezzogiorno fu presentata dalla dirigenza 
democristiana come la pietra angolare della nuova politica d’investimenti per 
rilanciare l’Italia, primo vero passo verso la terza fase economica. La Cassa, 
doveva rappresentare il tentativo di dare una risposta ai molti problemi 
strutturali e sociali di una vasta e popolosa area del paese e di invertire la rotta in 
un’area alquanto depressa. Lo Stato, tentava attraverso l’intervento straordinario 
di unire economicamente e socialmente l’Italia. La Casmez avrebbe dovuto 
ottenere i risultati che secoli di amministrazioni ordinarie e leggi speciali non 
avevano dato. L'Ente, fu così creato in un ambiente politico e sociale in cui si 
intrecciavano aspirazioni ed esigenze, speranze e attese. La maggioranza, 
proponendo il disegno di legge in Parlamento, dichiarava di avvertire l’esigenza 
di uscire dall’ordinarietà della prassi della Pubblica amministrazione e di 
realizzare un intervento straordinario coordinato da un ente speciale, snello e 
capace di assumere veloci decisioni. La determinazione del governo De Gasperi, 
della Svimez e della Banca d’Italia furono tesi a superare, con uno sforzo
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

L'Italia della ricostruzione e la creazione della Cassa del Mezzogiorno. Un tentativo di porre rimedio alla questione meridionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano Ragno
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Marco Severini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dopoguerra
democrazia cristiana
sud
cassa del mezzogiorno
piano marshall
intervento straordinario
questione meridionale
pasquale saraceno
svimez
donato menichella

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi