Skip to content

L'Italia nella cooperazione internazionale: il caso di studio sulla politica dei vaccini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'Italia nella cooperazione internazionale: il caso di studio sulla politica dei vaccini , Pagina 4
6 
scientifico), raccolta dal Prof. Aldo Tagliabue3. Svolgendo un‟attività di 
collaborazione per una società che opera nel settore dell‟International Fund Raising, 
Alta s.r.l.u.4, ho avuto modo di conoscere un contesto nuovo, che ha coinvolto 
progressivamente il mio interesse. In virtù dei molteplici ambiti di attività del 
Presidente A. Tagliabue, ho deciso di approfondire una tema complesso e, allo stesso 
tempo, di difficile lettura. Supportando le attività di ricerca in campo biomedico e 
biotecnologico, dall‟ideazione alla realizzazione, Alta annovera tra i suoi clienti 
l‟azienda farmaceutica Novartis Vaccines & Diagnostics. 
Presente a Siena dal 1904, l‟ex Sclavo divenuta Chiron, dal 2006 è conosciuta con il 
nome della multinazionale svizzera Novartis V. & D. Dall‟aprile dello stesso anno 
alla direzione della Responsabilità Globale della Ricerca sui Vaccini, è deputato Rino 
Rappuoli5, da sempre impegnato nel campo dell‟immunologia e dello sviluppo dei 
vaccini. 
Oltre ad essere impegnata nella produzione di vaccini e nella ricerca di nuovi, 
Novartis svolge varie attività di dissemination con l‟obiettivo di diffondere fiducia sui 
vaccini, spiegandone l‟importanza sul piano sociale e di riflesso economico. A questo 
                                                 
3 A. Tagliabue ottenne la Laurea in Biotecnologie nel 1974 presso l‟Università di Milano, e il PhD presso l‟Istituto Mario Negri di 
Ricerca Farmacologica di Milano nel 1976. Proseguì la sua esperienza di post-dottorato in America (Maryland), ricoprendo vari 
incarichi ed approfondendo lo studio dell‟Immunologia mucosale. Nel 1979 si trasferì a Siena, istituendo il nuovo Dipartimento di 
Immunologia al Centro Ricerche dell‟Istituto Sieroterapico e Vaccinogeno Toscano Achille Sclavo. Dal 1990 al 1998 ha ricoperto il 
ruolo di Direttore della Ricerca della Dompé (azienda farmaceutica e biotecnologica con sede a L‟Aquila), fondando poi Alta srl. Dal 
2002 al 2005 è stato vice-direttore del laboratorio di Scienze dell‟International Vaccine Institute di Seul. Avendo svolto 
precedentemente consulenza alla Chiron come Direttore Associato alla Ricerca, dal 2006 riveste il ruolo di Special Advisor for the 
Global Head of Vaccine Research presso Novartis V.&D., conservando la sua partecipazione nel processo di start-up di NVGH. 
Durante la sua carriera scientifica ed imprenditoriale, ha svolto attività didattiche presso l‟Università di Bologna, di Perugia e di Seul 
ed ha ricoperto vari incarichi istituzionali: dal 2008 è membro del Comitato di programmazione del GAVI Alliance Board. 
4
 Fondata nel 1998, Alta srlu, offre consulenza tecnico-scientifica ed assistenza manageriale ai clienti interessati alla raccolta di fondi 
nazionali e soprattutto comunitari, sulla base di progetti di ricerca nel campo biomedico e biotecnologico. Attualmente gestisce 
numerosi progetti internazionali e a partire dal sesto Programma Quadro, è direttamente coinvolta nelle attività di gestione 
amministrativa dei progetti finanziati dall‟Unione Europea. 
5 R. Rappuoli laureato presso la Facoltà di Scienze Biologiche dell‟Università degli Studi di Siena, ha consolidato la sua esperienza 
sulla ricerca dei vaccini in prestigiose istituzioni accademiche degli Stati Uniti. Nel 1978 entrò a far parte del Centro Ricerche della 
Sclavo e da allora la sua carriera professionale è progredita rapidamente (nel 1988 è stato nominato direttore della Divisione Ricerca 
e Sviluppo Vaccini). Nel 1992 la Chiron Corporation acquisì la Sclavo e Rappuoli andò a ricoprire l‟incarico di Chief Scientific 
Officer. 
E‟ stato uno dei fondatori della microbiologia cellulare, disciplina che unisce biologia cellulare e microbiologia ed è fra i pionieri 
della cosiddetta reverse vaccinology, tecnica innovativa che consente di produrre vaccini partendo dal genoma e che ha permesso di 
sviluppare vaccini che altrimenti non sarebbe possibile ottenere. Tra i numerosi successi, quelli più rilevanti sono il vaccino 
influenzale adiuvato, quello coniugato contro la meningite di tipo C, e il primo vaccino ricombinante contro la pertosse. 
Ha pubblicato oltre 400 lavori scientifici originali ed è stato autore di diversi libri; è membro dei comitati scientifici di autorevoli 
riviste di settore e di diversi comitati e organizzazioni internazionali. Insignito di numerose onorificenze nazionali e internazionali, 
tra i più recenti si ricordano la prestigiosa Medaglia d‟Oro al Merito della Sanità Pubblica, che viene assegnata ogni anno, agli 
scienziati italiani che hanno maggiormente contribuito al miglioramento della salute pubblica. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

L'Italia nella cooperazione internazionale: il caso di studio sulla politica dei vaccini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Pinassi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Luca Verzichelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi