Skip to content

La Dottrina Eisenhower Genesi e Sviluppi 1956 - 1958

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La Dottrina Eisenhower Genesi e Sviluppi 1956 - 1958, Pagina 2
 2
Con la successione di Eisenhower alla Casa Bianca, nel 1953, la politica estera 
americana ridefinì le proprie strategie. Uno degli aspetti caratterizzanti i primi anni 
dell’amministrazione Eisenhower è senz’altro la strategia del New Look e della massive 
retaliation. Queste nuove strategie prevedevano la creazione di un sistema difensivo 
anti-comunista capace di dispiegare il massimo di efficacia a costi tollerabili: il che 
significava in concreto che “il modo migliore per prevenire l’aggressione” era quello di 
“basarsi in primo luogo su una grande capacità di risposta immediata” e massiccia 
contro qualsiasi atto ostile sovietico (strategia della massive retaliation, cioè della 
rappresaglia massiccia)
3
. Il New Look prevedeva che ogni aggressione sovietica fosse 
contrastata da una risposta nucleare massiccia, tale da annientare la potenza 
dell’avversario. 
 La contrapposizione al comunismo comportò un profondo riesame della politica 
degli Stati Uniti verso il Medio Oriente, tanto che la regione fu, per la prima volta, 
considerata di interesse vitale per Washington. Il 5 Gennaio 1957, nella solenne cornice 
del Congresso riunito in seduta comune, il Presidente Eisenhower avanzò la proposta di 
un intervento americano in un area geografica fino a poco prima considerata periferica 
rispetto agli interessi strategici di Washington. Il documento conteneva i punti salienti 
della Middle East Resolution, meglio conosciuta come Dottrina Eisenhower. La regione, 
affermava il Presidente, correva il pericolo di cadere sotto il controllo dell’Unione 
Sovietica, di conseguenza gli Stati Uniti dovevano agire immediatamente per aiutare le 
nazioni mediorientali a mantenere la propria indipendenza. Eisenhower, quindi, chiese 
al Congresso di approvare una risoluzione che lo autorizzasse a fornire assistenza 
economica e militare a tutti gli stati del Medio Oriente che avessero denunciato la 
minaccia posta dal ‘comunismo internazionale’. 
L’effetto catalizzatore della Dottrina Eisenhower fu la guerra di Suez, alla fine del 
1956, nella quale Gran Bretagna, Francia ed Israele non riuscirono a capovolgere con la 
forza il risultato della nazionalizzazione del Canale di Suez da parte dell’Egitto di 
Nasser. Il fallimento di questa operazione fu una delle cause della perdita per la Gran 
Bretagna del suo status come principale potenza occidentale in Medio Oriente. Suez 
rappresentò il climax della storia del Medio Oriente negli anni ’50 e della politica 
occidentale nella regione. Nonostante la condanna dell’intervento anglo-francese da 
parte degli Stati Uniti, Washington fu costretta a rivedere profondamente la propria 
strategia verso il Medio Oriente. L’esito più significativo di tale riesame strategico fu la 
Dottrina Eisenhower, che segnò l’ingresso degli Stati Uniti nell’area come potenza 
occidentale dominante, un ruolo che gli Stati Uniti eserciteranno a lungo anche dopo 
che la dottrina fu abbandonata. Eisenhower ed il suo Segretario di Stato, John Foster 
Dulles, pensavano che l’umiliazione subita dagli Inglesi aveva creato un “vacuum”, un 
vuoto di potere, nella regione che l’Unione Sovietica avrebbe colmato se gli Stati Uniti 
non avessero agito tempestivamente. 
Ufficialmente la Dottrina Eisenhower mirava a proteggere il Medio Oriente, anche 
con l’impiego delle forze armate degli Stati Uniti, da possibili attacchi sovietici; in 
questo senso si trattava di una specifica applicazione della dottrina del contenimento 
con la quale gli Stati Uniti avevano condotto la Guerra Fredda per un decennio. Una 
delle finalità specifiche della Dottrina Eisenhower fu quella di informare l’Unione 
Sovietica che il Medio Oriente sarebbe stato una delle aree in cui gli Stati Uniti 
avrebbero  esercitato  i   loro  diritti   affermati   dalla   Dottrina   Truman  per   bloccare  
 
 
 
                                                 
3
 ENNIO DI NOLFO, Storia delle relazioni internazionali 1918-1999, Editori Laterza, Bari, 2000, pag. 813. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La Dottrina Eisenhower Genesi e Sviluppi 1956 - 1958

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Sigura
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Liliana Saiu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi