Skip to content

La maternità surrogata nel confronto tra ordinamenti: le normative e le prassi in Italia, India e California

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La maternità surrogata nel confronto tra ordinamenti: le normative e le prassi in Italia, India e California, Pagina 8
74 
 
prestano a diventare “madri portanti” sono di estrazione sociale molto bassa e non 
parlano altra lingua se non quella della loro regione. Senza un’accurata spiegazione da 
parte della clinica si rende difficile ipotizzare che il consenso sia stato prestato 
liberamente o che la donna abbia pienamente compreso tutti i risvolti della pratica. 
Bisogna in ogni caso dar conto del fatto che, spesso, le informazioni fornite dai centri 
non sono esaustive e veritiere perché essi hanno un ritorno economico se la donna 
decide di diventare “madre gestante”. In più, possono confidare nel fatto che 
difficilmente quest’ultima consulterà altre fonti al fine di ottenere ulteriori chiarimenti 
in merito alla pratica.  
Insieme a tali informazioni, la donna che si presta a divenire gestante per conto altrui 
viene anche sottoposta ad un test per l’HIV e le viene richiesto di specificare se negli 
ultimi sei mesi abbia fatto uso di droghe o abbia ricevuto trasfusioni di sangue
116
. 
La clinica non può indicare una specifica madre surrogata poiché, seguendo le linee 
guida del 2005, la ricerca è compito di coloro che vogliono concludere l’accordo 
surrogativo
117
. Inoltre, le strutture mediche non possono essere parti commerciali di 
nessun accordo che riguardi la maternità gestazionale o il ricorso a donatori
118
.  
Dopo aver stabilito le responsabilità della clinica e le procedure che devono essere 
seguite, il documento del 2005 indica i requisiti indispensabili per la madre surrogata 
e provvede a chiarire il rapporto con i genitori intenzionali. La prima dovrà avere 
un’età compresa tra i ventuno e i quarantacinque anni
119
 e non potrà concludere più di 
tre accordi surrogativi nella sua vita
120
. In questo modo si cerca di evitare un duplice 
                                                           
116
 §3.10.7 ART guidelines 2005: «A prospective surrogate mother must be tested for HIV and shown to 
be seronegative for this virus just before embryo transfer.  She must also provide a written certificate 
that (a) she has not had a drug intravenously administered into her through a shared syringe, (b) she 
has not undergone blood transfusion; and (c) she and her husband (to the best of her/his knowledge) 
has had no extramarital relationship in the last six months. (This is to ensure that the person would not 
come up with symptoms of HIV infection during the period of surrogacy.)  The prospective surrogate 
mother must also declare that she will not use drugs intravenously, and not undergo blood transfusion 
excepting of blood obtained through a certified blood bank». 
117
 §3.10.4 ART guidelines 2005: «Advertisements regarding surrogacy should not be made by the ART 
clinic.  The responsibility of finding a surrogate mother, through advertisement or otherwise, should 
rest with the couple, or a semen bank». 
118
 §3.5.3 ART guidelines 2005: «The ART clinic must not be a party to any commercial element in 
donor programmes or in gestational surrogacy». 
119
 §3.10.5 ART guidelines 2005: «A surrogate mother should not be over 45 years of age». Il limite 
minimo si ricava dalla lettura delle norme sulle pratiche di procreazione assistita. 
120
 §3.10.8 ART guidelines 2005: «No woman may act as a surrogate more than thrice in her lifetime».
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La maternità surrogata nel confronto tra ordinamenti: le normative e le prassi in Italia, India e California

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matilde De Angelis
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Francesco Macario
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto di famiglia
maternità surrogata
filiazione
p.m.i.
biodiritto
riconoscimento figlio
surrogazione di maternità
madre intenzionale
madre genetica
confronto fra ordinamenti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi