Skip to content

La valutazione dei beni ambientali nella Contabilità Economica Nazionale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La valutazione dei beni ambientali nella Contabilità Economica Nazionale, Pagina 2
  
 
6
 
L’esigenza di superare le incoerenze teoriche dei sistemi contabili 
nazionali e disporre così di una base informativa adeguata alla sfida lanciata 
dall’idea di sviluppo sostenibile, ha spinto numerosi esperti e centri di 
ricerca di tutto il mondo ad elaborare, sia a livello nazionale che 
internazionale, proposte di modifica e modelli contabili alternativi a quello 
vigente. I contributi più rilevanti provengono dall’Ufficio Statistico delle 
Nazioni Unite (UNSO), dall’Ufficio Statistico dell’Unione Europea 
(EUROSTAT), dalla Banca Mondiale e da alcuni paesi sviluppati con 
politiche ambientali avanzate, in particolare Norvegia, Olanda, Germania, 
Francia. 
 
Anche in Italia sono stati avviati studi, soprattutto di carattere 
metodologico, per pervenire alla costruzione di un sistema integrato di 
contabilità ambientale.  I contributi più rilevanti sono quelli di Carlucci M. e 
Giannone A., di Cullino R. e quelli relativi alla collaborazione tra ISTAT e 
Fondazione ENI Enrico Mattei. 
 
Il presente lavoro costituisce un tentativo di analisi delle diverse 
esperienze internazionali realizzate nell’arco degli ultimi decenni. Esso 
propone una descrizione, seppur sommaria, delle principali problematiche 
connesse allo sviluppo di una contabilità delle risorse naturali e dei diversi 
metodi adottati, con l’intento di organizzare, secondo uno schema logico  e 
coerente, le principali esperienze ed i principali approcci  sviluppati a livello 
nazionale ed internazionale. 
 
Precisiamo fin d’ora che la nostra attenzione è volta ad esaminare 
proposte alternative - secondo l’ottica della sostenibilità - alla misura del 
reddito di un paese, sostanzialmente trascurando le proposte  alternative  alla 
misura del benessere. Le prime cercano con vari accorgimenti e ponendo 
l’accento su particolari problemi di correggere le distorsioni che 
caratterizzano l’attuale impianto contabile in modo da renderlo più 
rappresentativo delle complesse interrelazioni economia - ambiente. Le 
altre, invece, non condividono le motivazioni di fondo che informano il 
tradizionale sistema di contabilità, a tal punto che lo rigettano in toto 
proponendo indicatori alternativi radicalmente differenti da quelli 
convenzionali. 
 
Lo schema logico proposto in questo studio si articola in quattro 
capitoli. Il primo esamina la struttura fondamentale ed i limiti principali del 
Sistema di Contabilità Nazionale (SNA) e dei suoi più noti indici aggregati. 
La mancata inclusione nel calcolo del PIL del valore economico delle 
funzioni ambientali - fornitura di materie prime, assimilazione dei residui 
inquinanti ed erogazione di servizi ambientali essenziali - rappresenta una 
delle cause primarie della sua inidoneità sia come misura del reddito  
nazionale, che come indicatore del benessere di un paese. Le ragioni di tale 
inadeguatezza sono storiche e vanno imputate al sostanziale disinteresse 
verso il problema della scarsità di risorse naturali che contraddistingue le 
teorie economiche da cui è derivato l’attuale SNA. Nel secondo capitolo si 
analizzano e si confrontano le principali proposte relative allo sviluppo di 

Preview dalla tesi:

La valutazione dei beni ambientali nella Contabilità Economica Nazionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Pinna
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Beniamino Moro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

contabilità economica
prodotto interno lordo
economia politica
beni ambientali
macroeconomia
contabilità nazionale
risorse naturali
contabilità ambientale
ambiente

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi