Skip to content

Le patologie turistiche: il turismo sessuale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Le patologie turistiche: il turismo sessuale, Pagina 8
nobildonne  della  città,  le  quali,  passato  qualche  giorno  e  favorendo  o  incoraggiando  il  suo 
stordimento, lo ripulivano di tutti i suoi averi.
Ticknesse, autorevole autore, evidenzia e chiarisce l'intreccio tra sesso, cultura nel Grand Tour "In 
quanto rito di passaggio, sprona alla ricerca di un'iniziazione erotica, in quanto sfoggio di opulenza, 
attira  l'attenzione dei  predatori  sessuali;  in  quanto scoperta  dei  modi  di  vivere in altre  nazioni, 
incoraggia l'adozione di costumi sessuali stranieri".
La destinazione principe,  l'Italia,  luogo ricco di  storia  e cultura e,  allo  stesso tempo,  di  libertà 
sessuale, culla della sodomia animalesca, terra fertile per le trasgressioni e, quindi, della cattiva 
condotta morale e religiosa.
L'Italia in generale e Venezia nel particolare erano sinonimo di erotismo.
"Il bordello d'Europa", così lo definiva Baldwyn. Le leggende riguardanti le sue cortigiane, che 
hanno spinto molti a recarvisi, sono però parte della cultura del turismo già da prima del Grand 
Tour: T. Coryate ritiene che all'inizio del 1600, le cortigiane erano circa ventimila e che costituivano 
una consolidata "attrazione turistica".
Lord  Byron  sosteneva  invece,  che  i  peccati  fanno  parte  dell'attrattiva  dell'Italia  quanto  le  sue 
ricchezze storiche e culturali.
Ritornando alla figura del "conoscitore" che si identifica con il grantourista, il suo percorso non può 
dirsi solo culturale, ma anche, se non prevalentemente sessuale.
Inoltre, un'altra caratteristica che emergeva nel viaggiatore di questo tempo, e che si ritrova tutt'oggi 
nei turisti, è lo sfoggio del suo potere economico e della sua supremazia culturale che facilitano gli  
scambi sessuali.
Boswell, parlando a Rousseaux, fa questo ragionamento:"Avendo il denaro posso procurarmi un 
gran numero di ragazzze; le metto incinte; così si moltiplica la discendenza, .... , e io ho dalla mia il  
vantaggio di possedere una grande varità di donne".
Anche Blessington rivela  come gli  inglesi  non viaggiavano per  conoscere  le  altre  culture,  ma,  
piuttosto, per esibire la loro; se possibile, evitavano il contatto con le popolazioni autoctone ed, 
anzi, spesso, l'unico rapporto era di natura carnale.
Il potere economico, ancora oggi, è l'elemento di unione tra turismo e sesso, ciò che permette al  
viaggiatore di sfruttare le occasioni erotiche della vacanza, e di collezionare incontri sessuali nelle 
terre straniere. Questa ostentazione consumistica testimonia il maggior potere economico del turista 
rispetto alle popolazioni locali e, quindi, anche la disuguaglianza esistente alla base dei rapporti.
Dunque, si può concludere che i quartieri a luci rosse rappresentano tappe tradizionali nel percorso 
di un visitatore da quando è nato il turismo.
3.3 - La fine del Grand Tour e l'avvio del turismo di massa
Con la rivoluzione Francese e il crescere delle ostilità tra l'Inghilterra e la Francia viene meno la  
pratica del Grand Tour, ma non il turismo. Infatti, l'espansione della rete ferroviaria e la riduzione 
dei costi e dei tempi di percorrenza necessari per muoversi permettono la diffusione dei viaggi.
Il  turismo, però,  non ricopre più una funzione culturale,  ma sociale:  il  compito è ora quello di 
permettere lo sviluppo e la conoscenza dell'essere umano in quanto tale.
Laurence  Sterne  evidenzia  come  il  viagiatore  non  è  più  interessato  all'aspetto  culturale,  ma, 
9

Preview dalla tesi:

Le patologie turistiche: il turismo sessuale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Naciketa Tiwary
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia dei Mercati e dei Sistemi Turistici
  Relatore: Lorenzo Zirulia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 51

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia del turismo
economia rimini
patologie turistiche
pedofilia
prostituzione
sex tourism
sex worker
sfruttamento sessuale
turismo
turismo sessuale
viaggio sessuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi