Skip to content

Le tre "età" di Francis Poulenc

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Le tre "età" di Francis Poulenc, Pagina 4
5 
 
Parigi 
 
La musica francese recepì una serie ricchissima di stimoli dalle avanguardie letterarie e pittoriche 
verso un rinnovamento radicale nella poetica e nel linguaggio. La capitale francese diventò la culla 
della modernità, di una nuova espressione musicale. In primo piano non c’era più l’artista con i suoi 
dolori, le sue illusioni, le sue frustrazioni. Il focus si sposta sull’arte, che per esigenza si spoglia anche 
della forma, dove i confini della tonalità si fanno sempre più sfocati. 
Il modernismo fu più vistoso là dove la musica si confrontò da vicino con gli esiti di altre arti. Questa 
unione d’arti fece sì che proprio a Parigi si aprisse un crocevia di strade: dall’abbandono totale della 
forma al recupero della purezza delle forme classiche. A differenza della vicina Germania o dell’Italia, 
che portavano avanti la loro tradizione, la capitale francese diventò di centrale importanza in quanto 
in essa convivevano un gruppo eterogeneo di nuove forme musicali. 
 
Sergej Djaghilev e i Ballets russes 
 
Una ventata di rinnovamento nella vita musicale parigina venne dai Ballets russes dell’impresario 
Sergej Djaghilev. I suoi interessi erano equamente distribuiti tra le diverse arti, nelle quali cercò 
sempre di portare avanti i principi di rinnovamento delle avanguardie pittoriche e letterarie. 
La sua comparsa a Parigi nel 1906 (aveva organizzato una mostra di pittura russa al Salon d’Automne) 
diede vita a numerose collaborazioni memorabili in campo artistico. 
Djaghilev auspicò una fusione delle arti non in senso wagneriano, ovvero non per creare un’arte 
superiore, ma per dare a ogni arte una totale libertà rispetto all’altra, per permetterle di sviluppare 
appieno le proprie risorse. 
Per raggiungere questi obiettivi si avvalse della collaborazione dei maggiori pittori russi e francesi. 
Assieme ai Ballets russes e al loro coreografo Michel Fokine lavorarono i più significativi artisti delle 
avanguardie postimpressioniste: Matisse, Picasso, Braque, Dufy. 
A Maurice Ravel Djaghilev commissionò Daphnis et Chloé nel 1912; utilizzò il Prélude à l’après-
midi d’un faune di Debussy per la coreografia del famoso ballerino russo Vaslav Nijinsky; a Igor 
Stravinsky propose un trittico di balletti: L’oiseau de feu (1910), Petrouschka (1911), Le sacre du 
printemps (1913). 
Proprio quest’ultimo balletto del 1913 fu uno dei principali motivi di sconvolgimento del mondo 
musicale parigino perché portava con sé la nuova visione modernista della musica. Il concetto di 
“bello” dell’epoca classico-romantica non aveva più ragion d’essere: non c’era più spazio né per 
l’ordine, né per il piacevole, né per il sentimento.

Preview dalla tesi:

Le tre "età" di Francis Poulenc

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simona Mariotti
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Conservatorio statale G.Nicolini Piacenza
  Facoltà: Musica da camera
  Corso: clarinetto
  Relatore: Mariateresa Dellaborra
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

poulenc
francis poulenc
sonata per due clarinetti
sonate pour deux clarinettes
sestetto per pianoforte e fiati
sextour poulenc
sonata per clarinetto e pianoforte
sonate pour clarinette et piano
millan sachania

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi