Skip to content

Livio e i mores della fondazione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Livio e i mores della fondazione, Pagina 7
9 
 
che avevano messo a rischio la res publica, come del resto sostengono alcuni studiosi
15
. Al pari 
di Sallustio, Livio crede, dunque, che la crisi politica della repubblica aristocratica nasca dalla 
corruzione dei mores della nobilitas, e quindi pensa che il principato, la realtà a lui 
contemporanea, sia una soluzione dolorosa ma inevitabile.   
Secondo l’opinione comune, sostenuta anche da Levi
16
, Petersen
17
e Mazza
18
, Livio avrebbe 
iniziato a comporre la sua storia tra il 27 e il 25 a.C. Perciò Livio avrebbe cominciato a scrivere 
la sua opera al tempo della battaglia di Azio, o per meglio dire, poco dopo questa.  
Solo avendo presente questo scenario storico e culturale è possibile cogliere le motivazioni 
profonde della storia delle origini, all’interno della quale lo storico si muove nel narrare e 
presentare ai suoi lettori fatti e dinamiche che gli sembrano riflettere quelli del suo tempo.  
Se in linea di massima la maggior parte degli studiosi concorda sulla cronologia dell’opera e 
sulla struttura dell’opera stessa, meno unitarie risultano invece le posizioni sull’ideologia liviana, 
sulla sua scrittura storiografica, sui suoi legami con il principato augusteo. Sorgono dunque 
quesiti ai quali è necessario fornire delle plausibili, seppur non esaustive, spiegazioni. 
Occorre certo chiedersi quale sia l’incidenza dell’ideologia nella pratica di chi scrive storia, 
stabilire anche il rapporto tra le opinioni personali e la ricostruzione storiografica, che si 
vorrebbe sempre scientifica e obiettiva; infine come sia possibile giudicare alla luce di questo 
rapporto l’opera storiografica di Tito Livio. A questi interrogativi Mazza
19
 fornisce possibili 
risposte, dichiarando che la fede nella missione imperiale di Roma avrebbe dominato l’ideologia 
degli autori augustei e che in modo particolare ‹‹in Livio, essa motiva e condiziona l’analisi della 
crisi dello stato romano, punto di partenza, della sua indagine storiografica››
20
. Levi
21
, d’altra 
parte, aveva già affermato che lo storico sarebbe stato animato da una comunione di spirito e di 
cultura con l’ambiente colto e dirigente che lo circondava, e quindi avrebbe sentito l’esigenza di 
celebrare la grandezza della storia romana e la vicenda del popolo cui apparteneva.  
                                                           
15
 Per quanto riguarda la posizione di Livio rispetto al principato augusteo PETERSEN 1961, pp. 440-441, aveva 
sostenuto che ‹‹From these doubtlessly correct observations it has been inferred not only that Livy in certain 
passages expressed his approval of Augustus' aims and methods, but that throughout Livy wrote his History paying 
close attention to Augustus' views, and in fact  with the purpose of promoting the emperor's policies,even though 
admittedly the historian's allusions to the present are quite subtle››. Per il rapporto tra Livio e il suo tempo, e in 
modo particolare con Augusto si vedano anche SYME 1994; SEITA 1996 e CATAUDELLA 2004. 
16
 LEVI 1949, infatti, cercò di evidenziare lo stretto rapporto tra la storiografia liviana e gli ideali augustei. 
17
 Si veda PETERSEN 1961 per quanto riguarda il rapporto esistente tra Livio e Augusto. 
18
 Al riguardo si veda MAZZA 1966, in cui si sottolinea l’ideologia e la storiografia liviana in relazione agli ideali 
del principato di Augusto. 
19
 Si rimanda ancora a MAZZA 1966. 
20
 MAZZA 1966, p. 177. 
21
 LEVI 1949, p. 15.

Preview dalla tesi:

Livio e i mores della fondazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marthia Caleca
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Rosa Rita Marchese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

letteratura latina
storia di roma
livio
mos maiorum
mores maiorum
instituta

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi