Skip to content

Logica e Persuasione: la Comunicazione nel Marketing e nella Pubblicità

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Logica e Persuasione: la Comunicazione nel Marketing e nella Pubblicità, Pagina 5
6 
 
pe accendee na lampadina a led, e il 20% dello ssigeno del nostro corpo. È chiaramente una 
forzatura paragonare il cervello ad un dispositivo elettrico dato che funzionano in base a principi 
differenti, ma è stato stimato che questo supercalcolatore, che con i suoi 100 miliardi di neuroni è 
anche la cosa più complessa ad oggi conosciuta nel nostro universo, per funzionare ha bisogno 
approssimativamente della stessa energia che consuma uno spazzolino da denti elettrico.  
Taia, pe aggingee ee peaioni, lencefalo mano fa affidameno  na innata 
predisposizione a funzionare per euristiche  delle scorciatoie mentali che gli permettono di 
selezionare le poche informazioni rilevanti tra le tante a cui siamo esposti continuamente, al fine di 
risparmiare più energia possibile
 
 e per tendenze chiamate biases, che possono talvolta risultare 
fuorvianti.
33
 È ormai chiaro agli psicologi che lomo  n ipamiaoe di enegie cogniie, n 
abile scopritore di euristiche e alte scorciatoie di ragionamento: riesce a trarre conclusioni partendo 
dalla disponibilità di pochissime informazioni. Sebbene molto funzionali nella maggior parte dei 
casi della vita quotidiana  sarebbe impensabile e infinitamente dispendioso procedere per 
complicati algoritmi in ogni piccola situazione in cui ci troviamo abitualmente  euristiche e biases 
possono però condurci a fare ragionamenti analogici, approssimativi e non rigorosi. Questi, oltre ad 
essere massicciamente diffusi  i ono oggei allilio dei biae, neno eclo  sono 
sistematici, agiscono con regolarità secondo modelli consolidati in situazioni tipiche e ben definite. 
Ma perché siamo soggetti ai biases? Innanzitutto, a volte ci fa comodo rendere il mondo circostante 
conforme alle nostre ideologie e abitudini piuttosto che il contrario. Altre volte facciamo 
affidamento su queste tendenze per avere una visione unitaria e coerente di noi stessi, per non dover 
ripensare continuamente il nostro io mettendoci in discussione anche quando non è necessario. 
Spesso, come dicevamo, i biases scaturiscono dalle euristiche che la nostra mente utilizza per 
ovviare alla razionalità limitata a cui è soggetta. 
Tra le altre cose, a limitare ulteriormente la rigorosità dei nostri ragionamenti vi è la presenza 
delle emozioni. Come afferma Parisio Di Giovanni, professore di Psicologia della Comunicazione 
peo lUniei degli Sdi di Teamo: 
Emoionai  n modo di ineagie col mondo cicoane, con lambiene naale e  forse 
soprattutto  col ociale. Le emoioni ci aiano a enee lambiene oo cono llo, allertandoci 
quando dobbiamo intervenire e fare entrare in gioco la coscienza, per salvaguardare i nostri bisogni e i 
nostri scopi. Sono come uno scandaglio sempre in funzione, senza il quale verremmo presi 
abialmene alla poia. [] A caena e le emozioni sono eventi potenzialmente capaci di 
crearci difficoltà e le emozioni finiscono quando le cose sono tornate alla normalità.»
34
 
                                                 
33
 P. Di Giovanni, Psicologia della comunicazione, Bologna, Zanichelli editore S.p.A. (2007), pp. 102-109. 
34
 Ivi., pp. 70-78.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Logica e Persuasione: la Comunicazione nel Marketing e nella Pubblicità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marta Ciprietti
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Raffaele Mascella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi