Skip to content

Memoria e identità in ''Beloved'' e ''Jazz'' di Toni Morrison

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Memoria e identità in ''Beloved'' e ''Jazz'' di Toni Morrison, Pagina 7
nell'ambito del Compromesso del 1850.
16
  Secondo tale legge i cacciatori di schiavi erano 
autorizzati a catturare gli evasi in qualsiasi territorio ed erano previste  gravi pene per coloro che, 
anche negli stati liberi, aiutavano gli schiavi a fuggire, fornendo riparo, cibo o qualsiasi altra 
forma di assistenza. Il provvedimento facilitava la cattura dei fuggiaschi rifugiati nel Nord tanto 
che non era più necessario nemmeno condurre il fuggitivo in tribunale. La condizione dei neri 
liberi, di conseguenza, fu resa ancora più precaria, in quanto essi potevano essere catturati come 
“fuggiaschi” e venduti come schiavi.
17
 La scrittrice americana Toni Morrison, nel romanzo 
Beloved, come vedremo, immortalerà proprio la cattura di una schiava fuggita nello stato libero 
dell'Ohio che, prima di essere raggiunta dai “cacciatori di schiavi”, uccise la figlia per evitarle 
l'orrore della schiavitù.
   In questo clima di tensioni i rapporti tra gli stati del Nord e quelli del Sud si acuirono sempre di 
più e la condizione dei neri (sia schiavi che liberi) si aggravò ulteriormente nel 1857, in seguito 
ad un'importante sentenza della Corte Suprema che contribuì a gettare le basi su cui di lì a poco 
sarebbe scoppiata la guerra civile: il caso Dred Scott. Questi era uno schiavo nero del Missouri 
che, portato dal suo padrone in Illinois, dove la schiavitù era proibita e ritornato poi nel Missouri, 
aveva chiesto alla Corte il diritto di libertà per aver risieduto in uno stato libero. La Corte, 
composta soprattutto da sudisti, dichiarò che lo schiavo aveva perso il diritto alla libertà 
ritornando per sua volontà in uno stato schiavista e che, inoltre, gli afroamericani non potevano 
essere considerati cittadini americani.
18
 Tale precario equilibrio fu rotto definitivamente quando 
nel 1860 venne eletto presidente Abraham Lincoln, repubblicano moderato del Nord. Il nodo 
cruciale delle nuove elezioni presidenziali fu la questione della schiavitù e della sua espansione, 
nel cui ambito un ulteriore episodio aveva aggiunto un tassello importante: nel 1859, l'attivista 
statunitense Jhon Brown, simbolo della causa antischiavista, tentò di muovere un'insurrezione di 
raramente data la forte opposizione nel Nord allo schiavismo. Alcuni di questi stati adottarono la  Personal 
liberty law, in base alla quale era richiesto che una giuria si pronunciasse in un processo prima che fosse 
possibile riportare gli schiavi ai loro padroni; altri stati, invece, vietarono l'uso delle prigioni locali o l'assistenza 
di ufficiali dello stato per arrestare o riconsegnare gli evasi ai padroni. La sentenza Prigg vs Penssylvania del 
1842 stabilì che gli stati non avrebbero potuto collaborare alla caccia o alla cattura dei fuggitivi, di conseguenza 
il provvedimento del 1793 ne uscì fortemente indebolito. 
16 Il Compromesso del 1850 fu una serie di leggi volte a risolvere le controversie nate in seguito alla Guerra 
messicana-americana del 1846-1848. In particolare le cinque leggi si proponevano di bilanciare gli interessi degli 
stati meridionali degli Stati Uniti e degli stati liberi: la tratta degli schiavi africani, ma non ancora la schiavitù in 
se stessa, fu abolita nello stato liberale di Washington D.C.; la California fu ammessa come stato libero; il Texas 
ricevette compensazioni finanziarie per alcune terre reclamate nella sponda occidentale del Rio Grande. Queste 
misure furono tentate, anche se non vennero attuate, dal senatore Henry Clay e portate avanti poi da Stephen A. 
Douglas, senatore democratico. Le opposizioni non resero però possibile il Compromesso fino a quando Millard 
Fillmore, vicepresidente, riuscì a calmare le tensioni negli Stati Uniti e a posticipare così la crisi che portò di lì a 
poco allo scoppio della guerra civile.
      Reid Mitchell. La Guerra Civile Americana.
17 Maria Giulia Fabi. America Nera: La Cultura Afroamericana.
18 Reid Mitchell. La Guerra Civile Americana.
6
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Memoria e identità in ''Beloved'' e ''Jazz'' di Toni Morrison

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Sillani
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Mirella Vallone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

jazz
beloved
toni morrison
musica e linguaggio in toni morrison

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi