Skip to content

Minding the gap: the American Public Diplomacy in the engagement of China

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Minding the gap: the American Public Diplomacy in the engagement of China, Pagina 9
10 
forbidden for American tourist, scholars or journalist to travel to China and similar 
restrictions were imposed on Chinese people wishing to visit the US. For instance, the 
numerous Chinese scholars that came to the US in the 1940s and that wanted to go back 
to China instead of Taiwan saw their requests denied until the late 1950s. 
A clear example of the stubbornness of American diplomacy of that time may be 
represented by the government policy according to which all the officials could not refer to 
the capital of the newborn PRC as ―Beijing‖ but rather as ―Peiping‖: the former means 
―northern capital‖ while the latter was the name adopted under the KMT, when the 
nationalist moved the capital to Nanking, and means ―northern peace‖ (cfr. Shaller 1990 
and Kuznit 1984). In fact, even rhetoric was functional to show the refusal to accept the 
legality of the communist regime: a memo that Dulles presented to the press in January 
1958 stated firmly: «One day the communist rule in China will pass. By withholding 
diplomatic recognition from Peiping, the United States seeks to hasten that passing».
8
 This 
denial attitude permeated deeply the oratory of the American officials and went on until 
1960s. 
The American strategy, though, went much further than rhetoric and isolationism, and 
included actions of aggressive nature. Mainly through the CIA, Washington sponsored a 
limited secret war against China, undertaking a sort of ―joint venture‖ with the Nationalists 
in Taiwan. One of the most peculiar initiative assumed by the government involved the 
state of Colorado: thanks to its abundance and variety of alpine environments, CIA settled 
there a sort of training camp of mountain warfare for Tibetan guerrillas. These special 
forces were supposed to be airdropped inside Tibet and provide and to form the core of 
anti-Chinese uprising. Nevertheless, these small-scale attempts to disrupt the enemy 
never managed to pose a serious threat to Beijing. 
Besides that, what was even more upsetting for China was America’s overt support for 
Chiang and Washington’s declared intention to recapturing the mainland. Even though 
Eisenhower told to the nationalist leader not to expect American backing for such a 
mission, the alarmed communist intelligentsia saw itself encircled by American-financed 
anti-communist alliances, kept isolated from world trade by an American embargo and 
harassed by small scale US assisted guerrillas. Therefore, they had no other choice than 
rely more heavily to the Soviet Union: American hostility had a big stake in pushing China 
towards soviets’ open arms. Mutual hostility fed upon itself finally leading to the result that 
                                                        
8
 Claude Buss. China: the People’s Republic of China and Richard Nixon. San Francisco: W.H. Freeman 
and Company, 1983 p.82

Preview dalla tesi:

Minding the gap: the American Public Diplomacy in the engagement of China

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Cellini
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Marcella Emiliani
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 118

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi