Skip to content

Progetto ''Formula 1 - Anno Zero''

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Progetto ''Formula 1 - Anno Zero'', Pagina 6
9
campione brasiliano Ayrton Senna. Alla velocissima curva del 
Tamburello, cedette improvvisamente il piantone di collegamento fra 
il volante e la scatola dello sterzo; il pilota frenò disperatamente, ma 
colpì il muro quando viaggiava ancora a piø di 180 Km/h e le 
concitate operazioni di soccorso si dimostrarono una drammatica, 
quanto inutile, formalità. 
Poco prima, una collisione alla partenza aveva sparato in tribuna 
micidiali detriti delle automobili coinvolte. Numerosi spettatori 
rimasero feriti, uno dei quali molto gravemente. Quando la corsa 
riprese, mentre si sperava che il grande Senna vincesse, 
all’ospedale, la sua battaglia piø importante, la Minardi di Michele 
Alboreto perse la ruota posteriore destra mentre lasciava i box, in 
piena accelerazione. Il pneumatico falciò parte della squadra Ferrari 
e il piø grave dei meccanici fu proprio mio cugino Daniele, colpito in 
pieno petto e ricoverato d’urgenza per accertamenti radiografici. Per 
fortuna, si trattò solo di una misura cautelativa. 
A Montecarlo, due settimane dopo, durante le qualificazioni, Karl 
Wendlinger distrusse la propria Sauber all’uscita del tunnel e ne fu 
estratto in condizioni disperate. Rimase in regime di coma artificiale 
per oltre un mese, a causa di un edema cerebrale; la convalescenza 
fu lunga e riprese a correre, ma in altre categorie. 
Durante una sessione di prove private, a Barcellona, Andrea 
Montermini, ingaggiato dalla Simtek, uscì in piena velocità lungo il 
rettilineo. L’incidente fu davvero spaventoso, ma le conseguenze sul 
pilota furono, tutto sommato, lievi. 
Da quella stagione iniziò una profonda revisione della Formula 1, 
rendendo, ad esempio, piø severe le prove di resistenza strutturale 
delle vetture, introducendo il limite di velocità nella corsia dei box e 
riducendo la cilindrata a 3 litri. Una spronata decisiva alla ricerca di 
maggior sicurezza giunse, però, solo al termine del 1995, quando la 
McLaren di Hakkinen si schiantò ad Adelaide e anche in quel caso 
seguì un periodo di coma artificiale per il pilota. Un quadro clinico 
simile a quello di Wendlinger, ma meno grave, tant’è vero che il 
finlandese si ripresentò al volante già nel 1996. 
Gli abitacoli sono, da allora, divenuti piø avvolgenti e robusti, ma 
ancora subentrano cambiamenti di anno di anno, perchØ si 
comprende come la ricerca della sicurezza possa sempre 
migliorare. 
¨ innegabile che tanti precedenti abbiano imposto riflessioni ai 
detentori del potere sportivo, chiamati, assieme ai costruttori, a 
deliberare vincoli progettuali volti a restituire dignità a un mondo 
delle corse che stava ormai naufragando, ma che ancora oggi non 
ha fugato tutte le perplessità.

Preview dalla tesi:

Progetto ''Formula 1 - Anno Zero''

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Volpi
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Diploma in Scienza Stilistica
Anno: 2001
Docente/Relatore: Lorenzo Preti
Istituito da: ISSAM - Istituto Superiore di Scienza dell'Automobile di Modena
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sicurezza
formula 1
regolamento
aerodinamica
scocca
f1
gran premio
monoposto
progetto
regole

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi