Skip to content

Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara, Pagina 7
sussiste l'opzione per la tutela del diritto di proprietà tra le libertà 
fondamentali che Rawls vuole difendere.  
Comunque, il nocciolo dell’argomentazione di Nozick è altrove: Rawls non ha 
prodotto, contrariamente a quanto dichiarato, alcuna ragione morale a 
sostegno del principio di differenza. In effetti, però, ho cercato di mostrare 
che le ragioni per le quali Rawls ritiene che verrebbe scelto tale principio 
rientrano, in realtà, nella sfera della semplice convenienza. Su questa base, 
infatti, Rawls ritiene che si avrebbe la possibilità di ottenere una fattiva 
collaborazione delle classi lavoratrici meno avvantaggiate, che verrebbero 
'emendate' delle connaturate tendenze alla conflittualità con le classi più 
agiate: si tratterebbe, insomma, di un intelligente prezzo da pagare per 
azzerare le tensioni sociali e di classe. Se tale rimedio sarebbe efficace o 
meno per lo scopo che si prefigge, Nozick non l'ha minimamente discusso, e 
perciò la sua confutazione è fuori bersaglio, giacché Rawls sa benissimo che, 
da un punto di vista morale, non ha prodotto argomenti validi a sostegno de 
suo principio.  
Nel paragrafo 3.4 – liberismo e favelas – ho cercato di mostrare con un 
esempio vivo come non ci sia tutta quella convenienza a condurre in miseria 
ampi strati di popolazione per difendere gli interessi delle classi più agiate: la 
povertà di quelli si può infatti drammaticamente tradurre in pericolo grave per 
queste.  
E veniamo finalmente alla definizione di quali siano per Nozick i veri diritti 
delle persone: sono solo quelli di natura privata, quelli cioè che si possono 
ricondurre alla tutela più rigida del diritto di proprietà. Nessun diritto 
generale “ad essere in una particolare condizione materiale” può esistere 
perché entrerebbe in conflitto  con “i singoli diritti sopra le cose” (vedi sopra, 
pag. 65-67)… Nessun’altra ragione è fornita: questo conflitto è di per sé 
sufficiente a stabilire quale delle due parti abbia diritto a vincere. 
Tralasciando le ovvie (quanto rilevanti) considerazioni circa il livello morale 
di tale asserzione, rilevata la potenziale aggressività della teoria del Titolo 
Valido, desidero mettere in rilievo il fatto che la cornice morale lockiana che 
Nozick ha scelto per il suo lavoro, non consente la restrizione dei diritti del 
singolo a puri diritti di proprietà.  
La domanda che sottende tutto il lavoro analitico del capitolo dedicato a 
Giuliano Pontara è, invece: «Sono tenute le popolazioni più abbienti a 
soccorrere quelle indigenti?» Se sì, «lo sono solamente sotto un punto di vista 
di caritatevole solidarietà o anche sotto un profilo di considerazioni di 
giustizia?». Dall'analisi del principio di rettificazione e della clausola 
limitativa lockiana, Pontara conclude, infatti, che tale soccorso è dovuto in 
base a considerazioni di giustizia. Il significato della clausola limitativa è reso 
molto bene dall'esempio di Nozick della pozza d'acqua nel deserto, che resta 
l'unica in grado di fornire ancora acqua quando le altre si sono prosciugate: il 
proprietario non può imporre il prezzo che giudica più opportuno, deve dar 
modo agli altri di approvvigionarsi. Nozick, però, sembra restringere la 
validità di questa clausola ai casi in cui chi è rimasto in possesso del bene in 
questione non può vantare alcun merito al riguardo, ma ho discusso 
ampiamente la questione giudicando tale atteggiamento restrittivo non 
consono allo spirito della clausola, per cui solo un diritto morale altrettanto 
forte dell'imminente morte per sete degli avventori, può validamente 
interporsi. La scarsità dei beni alimentari nel mondo, del tutto analoga, porta 
chiaramente ad una codificazione del diritto di sopravvivenza, se si accetta la 
 VII
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Può darsi un diritto di sopravvivenza? Giustizia e giusnaturalismo in alcune proposte di etica politica contemporanea: John Rawls, Robert Nozick, Giuliano Pontara

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Duce Castellazzo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1992-93
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Flavio Baroncelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

clausola lockiana
diritto di sopravvivenza
fame
giustizia
libertario
neoliberismo
nozick
omissione
pontara
principio di rettificazione
rawls
redistribuzione
stato guardiano notturno
terrorismo
terzo mondo
welfare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi