Skip to content

Riqualificazione sostenibile e partecipata delle periferie: nuove proposte processuali e progettuali nelle teorie di C. Alexander ed applicazione al caso studio Quartaccio, Roma

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Riqualificazione sostenibile e partecipata delle periferie: nuove proposte processuali e progettuali nelle teorie di C. Alexander ed applicazione al caso studio Quartaccio, Roma, Pagina 5
 5 
IMPOSTAZIONE DELLA RICERCA 
Per maggiore chiarezza di lettura viene di seguito descritta l’articolazione della tesi. 
Nella parte prima viene trattato l’approfondimento su Alexander e le sue teorie, nel 
processo evolutivo che lo ha portato da A Pattern Language ed i contenuti funzionali dei 
pattern, alla teoria dell’Unfolding e dello sviluppo dinamico dei centri, alla gestione 
processuale con i Generative Code. In particolare riguardo a quest’ultimo concetto viene 
descritto il più recente metodo operativo proposto dall’autore, il Process of Procurement, 
e cioè una suddivisione del processo progettuale e costruttivo in una serie di otto fasi 
sequenziali definite. 
Gli argomenti vengono esposti in parte in forma documentativa, attraverso sintesi, 
citazioni e traduzioni, ed in parte in forma valutativa, attraverso commenti, interpretazioni 
personali e critiche d’esperti.  
 
Nella parte seconda viene sperimentata l’applicazione di alcuni concetti alexanderiani 
all’esperienza vissuta a Quartaccio, relazionandosi in particolare alla strutturazione in otto 
fasi processuali fatta dall’autore, re-interpretandola e definendo in itinere ed 
empiricamente degli strumenti potenzialmente validi in altri processi partecipativi in Italia.  
Vengono quindi approfondite, tra le altre cose: il contributo partecipativo degli abitanti, 
che dà vita alla diagnosi locale ed alle visioni future, esposta attraverso l’elaborazione di 
“centri” direttamente relazionati ai pattern già esistenti; le dinamiche della vicenda 
interpretate alla luce del nuovo concetto di Generative Code; il progetto sugli spazi 
aperti realizzato attraverso il metodo dell’unfolding e dello sviluppo della wholeness 
attraverso le “quindici proprietà”; una riflessione sulle possibilità di gestione locale del 
quartiere, alla luce dei recenti casi di sustainable community management. 
La sperimentazione è avvenuta in parte in forma concreta (ad es. nell’attenersi ai 
contenuti espressi negli avvenuti processi partecipativi e progettuali ed intervenendo sui 
medesimi), ed in parte in forma simulata nonché ottimista (ad es. nello slegarsi talvolta dai 
numerosi limiti rappresentati da scarsità economiche e da vincoli legislativi troppo rigidi, 
formulando proposte più libere).  
 
Nella parte terza viene vagliata un’autocritica attinente la stessa ricerca, per evidenziarne 
i limiti nonché le potenzialità di sviluppi futuri, in un’ottica propositiva atta a integrare la 
duplice esperienza di studio/applicazione in una plausibile proposta procedurale. La 
procedura ipotizzata, caratterizzata da flessibilità, ciclicità ed incrementalità, viene 
trattata nelle sue linee generali rielaborando alcune tra le teorie e gli strumenti 
alexanderiani, nel tentativo di inserirli nei processi reali italiani di progettazione 
partecipata che contemplano i principi della sostenibilità.  
Sono tre i momenti essenziali, di diverso livello partecipativo, previsti nella procedura: una 
fase di diagnosi e visione (elenco di “centri” descrittivo della wholeness), una di sviluppo 
progettuale (unfolding attraverso le quindici proprietà), ed una di programmazione 
costruttiva (crescita “per parti” e riparazione continua).  
Vengono ipotizzati anche degli strumenti operativi utili allo svolgersi dei processi 
partecipati e scindibili dalla proposta di procedura, quali ad esempio un “repertorio 
strutturato di centri  valido per le riqualificazioni periferiche”, oppure dei “pacchetti 
precostituiti d’unfolding”, definenti diverse e più corrette sequenze di progettazione. 
Lo stato d’avanzamento di quest’ultima parte è ridotto alla sola strutturazione a grandi 
linee sia della procedura che degli strumenti. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Milena De Matteis
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Progetto Urbano Sostenibile
Anno: 2007
Docente/Relatore: Alessandro Giangrande
Istituito da: Università degli Studi Roma Tre
Dipartimento: Dipartimento di Progettazione e Studio dell'Archit
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 209

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

a pattern language
architettura sostenibile
christopher alexander
comune di roma
contratto di quartiere
gestione manutenzione locale
metodologia sperimentale
morfogenesi
partecipazione
periferie
procedure partecipative
processo incrementale
quartaccio
recupero urbano
riqualificazione
sequenze progettuali costruttive
sostenibilità
spazi aperti
sperimentazione procedurale
the nature of order
unfolding

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi