Skip to content

Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo, Pagina 6
6 
 
sostegno dei tre Stamenti16. Nel clima di disordine, anche al nord scoppiarono le 
rivolte. I feudatari e la nobiltà logudorese chiedevano la facoltà di staccarsi dal 
governo del viceré e dipendere direttamente dalla Corona. Il 28 dicembre 1795 
Sassari veniva conquistata dagli antifeudali capeggiati da Francesco Cilocco e 
Gioachino Mundula. Alla rivolta parteciparono tutte le classi sociali: borghesia, 
nobiltà e popolo, uniti nel rivendicare l’autonomia del Regno17. Il largo seguito 
che i moti sassaresi conquistarono preoccupò il governo di Cagliari che decise di 
inviare Giovanni Maria Angioy18, magistrato della Reale Udienza, affidandogli il 
compito di riportare sotto controllo la situazione19. Egli venne investito dei poteri 
di Alternos vice regio, ovvero la capacità di esercitare il potere vicereale nella 
zona settentrionale dell’isola. Angioy giunse a Sassari il 28 febbraio 1796, dopo 
un lungo viaggio attraverso l’isola20, accolto da una folla festante. Si andava 
affermando sempre più un movimento contadino che chiedeva l’abolizione del 
sistema feudale e guardava con avversione al governo di Cagliari21. Angioy si 
rifiutò si eseguire i compiti che aveva ricevuto, ristabilire l’ordine e riscuotere i 
tributi22, schierandosi apertamente dalla parte degli oppressi e contro il sistema 
feudale. Divenne così un punto di riferimento del movimento antifeudale e 
contadino23. Presto però gli venne a mancare l’appoggio di molti sostenitori, 
                                                          
16
 Ibidem. 
17
 Ivi, p. 226. 
18
 Sulla figura di Giovanni Maria Angioy si veda L. Carta, La sarda rivoluzione. Studi e ricerche 
sulla crisi politica in Sardegna tra Settecento e Ottocento, Cagliari, Condaghes, 2001; A. Lo Faso 
di Serradifalco (a cura di), Parabola di una rivoluzione. Giovanni Maria Angioy tra Sardegna e 
Piemonte, Cagliari, Aisara, 2008, e L. Del Piano, Osservazioni e note sulla storiografia angioiana, 
Sassari, Gallizzi, 1961.   
19
 «il suo compito tuttavia non era facile: pur sapendo che il governo non intendeva risolvere il 
problema feudale, egli doveva ricondurre alla calma i vassalli (…) ed al tempo stesso guardarsi 
dagli attacchi degli agenti baronali, che con sottile opera di sobillazione cercavano di mettergli 
contro gli abitanti delle campagne», L. Del Piano, Osservazioni e note sulla storiografia 
angioiana, op. cit., p. 13. 
20
 «La sua missione si era trasformata in una marcia trionfale, mentre il fuoco della ribellione 
antifeudale divampava nelle campagne del Logudoro alimentato dai patrioti sassaresi», M. 
Brigaglia (a cura di), Storia della Sardegna, op. cit., p. 226. 
21
 Ibidem. 
22
 «L’Angioi però, come non aveva inteso, secondo un’attribuzione attribuitagli, piegarsi a fare 
l’esattore baronale, non accettò l’invito a dimettersi», L. Del Piano, Osservazioni e note sulla 
storiografia angioiana, op. cit., p. 14. 
23
 «Gio. Maria Angioj aveva per primo, con estrema chiarezza – e ciò gli derivava dalla sua grande 
cultura storica ed economica – definito in alcune sue memorie la reale sostanza della NAZIONE 
SARDA, cioè di quella che oggi chiamiamo “comunità etnica”, suggerendo, con precisione e 
larghezza di vedute, un piano di sviluppo, inserendo la Sardegna nel filone aperto dalla 
Rivoluzione Francese. L’operato di Angioj, che fu sfortunato militarmente a causa del mancato 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Paradiso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Alessandro Volpi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

a manca pro s'indipendentzia
antonio cassitta
antonio simon mossa
bastia pirisi
bastianu cumpostu
colonialismo
emilio lussu/
gavino sale
giovanni maria angioy
indipendentismo sardo
indipendentzia repubrica de sardigna
lega sarda
neosardismo
partito comunista di sardegna
partito sardo d'azione
regione autonoma sardegna
sardegna
sardigna natzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi