Skip to content

Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma, Pagina 12
  14
collettiva, e sono  formati da individui aggregati per propria scelta in vista del 
raggiungimento di finalità condivise da tutti.  
I membri delle associazioni volontarie, sono collegati ed interagiscono tra di loro 
sulla base di un sistema di regole condivise e dotate di un riconosciuto potere  
coercitivo che definisce compiti, poteri e modelli di comportamento dei membri. 
Ma cosa distingue, allora, le associazioni da altri tipi di gruppi sociali? Il sociologo 
tedesco di origine russa Georges Gurvitch
1
, ha elencato alcuni criteri di distinzione 
per poter rispondere a questo interrogativo. Gurvitch invita alla considerazione di un 
sociale multiplo, decisamente in polemica contro le visioni dicotomiche della società  
proprie dei classici della sociologia. La società, non possiede caratteri di unilinearità, 
ma insegue una difficile e mai definitiva coesione, in mezzo ad urti tra i piani 
contrapposti del sociale. L'autore infatti, definisce il sistema sociale, come un 
sistema pluridimensionale e totale, composto da più livelli interagenti tra loro. Il 
punto di unificazione dinamica dei piani della realtà sociale, è costituito dai fenomeni 
sociali totali in movimento, i quali comprendono la società globale, i raggruppamenti 
sociali e le manifestazioni della socialità. Quest'ultime sono le "molteplici maniere di 
essere legati dal tutto e nel tutto" che si "combattono e si equilibrano in ciascuna 
unità collettiva reale"
2
. Fra le manifestazioni della socialità elencate da Gurvitch, 
troviamo  le associazioni le quali secondo  l'autore sono caratterizzate dai seguenti 
elementi: 
1.Volontarietà. Deve essere garantita agli individui l'adesione, la partecipazione e 
l'uscita dalla associazione. Questo primo criterio, distingue le associazioni dai 
raggruppamenti ascritti di cui l'individuo fa parte per motivi non dipendenti dalla sua 
volontà (l'appartenenza ad una minoranza etnica, ad una classe sociale, ad una 
famiglia, ecc) e dai raggruppamenti coatti (carceri, eserciti, ospedali psichiatrici, 
ecc). 
2.Modo d'entrata. Non sempre esso può essere completamente libero, ma può 
essere condizionato dal possesso di alcuni requisiti, dalla presentazione dei membri 
più anziani, dal pagamento di una quota associativa o di una tessera di adesione. 
3.Grado di esteriorizzazione. Il comportamento degli aderenti alla associazione 
volontaria è regolato da modelli precostituiti e fissati da uno statuto, anche se c'è da 
dire che questo grado di formalizzazione non è raggiunto da tutti i raggruppamenti 
volontari. 
4.Grado di compatibilità. Alcune associazioni e la conseguente partecipazione degli 
individui ad esse, sono compatibili tra di loro come l'appartenenza ad una 
cooperativa e quella ad una o più associazioni ambientaliste mentre ad esempio 
può esserci incompatibilità per quanto riguarda l'appartenenza contemporanea a 
due partiti politici differenti. 
Si comincia a parlare di associazioni già nella Roma del V secolo a.C. dove ne 
erano presenti tre tipologie: 
- i collegi compitalizi, una sorta di associazione religiosa con lo scopo di presiedere 
e celebrare le feste dei Lari Compitali, divinità che proteggevano le are votive poste 
nei crocicchi. 
                                                           
1
 G.Gurvitch, La vocation actuelle de la sociologie, Presses Universitaires de France, Paris 
1950; trad.it. di S.Cernuschi, La vocazione attuale della sociologia, Il Mulino, Bologna 
1965. 
2
 G.Gurvitch, op.cit. pag. 148. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Irene Ranaldi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Renato Cavallaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

luoghi di aggregazione
metodo biografico
studi sociali sul territorio
testaccio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi