Skip to content

Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma, Pagina 7
  9
conseguenza della fine della comunità"
1
 quindi la Gemeinschaft tönnesiana 
diverrebbe un fattore causale del moderno assetto sociale, economico e culturale.  
Commentando la principale opera di Tönnies, Emile Durkheim
2
 non accetta che 
comunità e società siano due tipi di esistenza della stessa entità che è la società, 
come afferma Tönnies, perché la rottura della continuità tra il momento organico 
rappresentato dalla comunità, e il momento meccanico rappresentato dalla società, 
è tanto profondo da escludere una loro comune appartenenza al medesimo 
processo di sviluppo. 
Per Max Weber, la comunità rimane il luogo dell'agire meno razionale, un ambito in 
cui "la disposizione dell'agire sociale poggia (...) su una comune appartenenza, 
soggettivamente sentita degli individui che ad essa partecipano"
3
.  
Quindi i processi di differenziazione e razionalizzazione che accompagnano la 
società moderna, non possono che essere visti in contrapposizione rispetto all'ethos 
comunitario. 
Il concetto di comunità, pur trovando in Tönnies il suo teorizzatore più importante, 
non si è sviluppato soltanto in ambito europeo-preindustriale, ma anche 
nell'ambiente rurale americano di inizio secolo, dove l'insediamento non era 
concentrato ma disperso, non tradizionale ma razionalistico, non collettivistico-
cooperativo ma individualistico-competitivo.  
Queste caratteristiche, non permettevano una formulazione idealizzata ed 
idealtipica di comunità, anche se si è voluta vedere una stretta connessione tra il 
concetto ecologico di area naturale e quello tönnesiano di Gemeinschaft. Tuttavia, 
anche nelle grandi metropoli americane era possibile scoprire delle sub-aree dotate 
di alcuni caratteri di omogeneità, dove si concentravano ad esempio individui dello 
stesso gruppo etnico. 
 La Scuola ecologica di Chicago, sorta negli USA nel 1925, si interessò soprattutto a 
questi aggregati sociali che vennero chiamati sottocomunità. La comunità 
metropolitana si trova così a dover sostituire, con le sottocomunità, la comunità per 
eccellenza, la romantica Gemeinschaft  tönnesiana.  
Il concetto classico di comunità è in seguito entrato in crisi ed è subentrato quello di 
comunità locale grazie allo studio dei coniugi Lynd su Middletown. In Italia invece, è 
stato Pizzorno a dare contributi diversi da quelli più propriamente classici. Secondo 
l'autore, la comunità è ancora una "unità circoscritta territorialmente, entro la quale 
si realizza un sistema di rapporti sociali fondato appunto sul fatto della prossimità 
territoriale"
4
 ma affinché questa unità territoriale sia considerata una comunità è 
essenziale: a) la predominanza di rapporti personali diretti, b) la presenza di forme 
di socializzazione comuni e specifiche, c) la presenza di certe forme di sentimenti di 
appartenenza, d) la potenziale globalità di rapporti sociali.
5
 
Nella sua versione contemporanea, il concetto di comunità non si pone su una linea 
di rottura con la modernità, ma semmai su una linea di integrazione e di continuità. 
                                                           
1
 R.Nisbet, The Sociological Tradition,Basic Books, New York 1966 trad.it. di G.P.Calasso, 
La tradizione sociologica, La Nuova Italia, Firenze 1977 pag 109. 
2
E.Durkheim, Recensione a F.Tönnies, Gemeinschaft und Gesellschaft, Revue Philosophique, 
1889 (XXVII) pag. 416-422. 
3
 M.Weber, op.cit, 1961, vol.I, pag 23. 
4
 A.Pizzorno, Comunità e razionalizzazione, ed.Einaudi, Torino, 1960, pag 17. 
5
 A.Pizzorno, op.cit. pag 17 e seg. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Socialità e luoghi di aggregazione in un contesto urbano: lo studio di caso del rione Testaccio a Roma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Irene Ranaldi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Renato Cavallaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

luoghi di aggregazione
metodo biografico
studi sociali sul territorio
testaccio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi