Skip to content

Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988), Pagina 6
 X
di condanna richiese infatti un generico cessate il fuoco senza fare menzione di ritiro e senza, 
soprattutto, nominare il paese aggressore.  
In breve tempo l’offensiva irachena perse slancio e dalla primavera 1982 l’Iraq cominciò a 
subire la controffensiva iraniana. A seguito delle sconfitte irachene fu approvata una seconda una 
risoluzione ONU, la numero 514, anch’essa favorevole all’Iraq poiché si chiese espressamente a 
tutte le forze in campo di ritirarsi e di riconoscere i confini internazionali.  
Si trattava di un’ingiunzione attesa due anni, emanata mentre l’Iran si trovava all’offensiva 
dopo aver riconquistato quasi tutti i territori occupati da Saddam nel 1980. Alla luce poi dell’ultima 
risoluzione di guerra, quella del 1987, da parte delle superpotenze fu tenuta una condotta piuttosto 
ambigua all’interno del Consiglio di Sicurezza: le risoluzioni parvero infatti essere condizionate più 
dagli interessi di USA e URSS che dal mantenimento della pace e dalla legalità internazionale.  
Questa prima fase coincide con il triennio preparatorio alla riapertura delle relazioni tra Stati 
Uniti ed Iraq, e fu segnata dai primi incontri al vertice tra i segretari di Stato Haig e Shultz e il 
ministro degli Esteri iracheno Hammadi; inoltre furono organizzate le prime missioni dirette in Iraq 
da parte di inviati americani, per prendere contatto con i funzionari iracheni e, al contempo, fornire 
al governo americano il resoconto della situazione interna irachena sulla base delle informazioni 
raccolte sul posto. Nell’ottobre 1983, William Eagleton, il capo della U.S. Interests Section di 
Baghdad, propose levare selettivamente le restrizioni ai trasferimenti all’Iraq di attrezzatura militare 
“U.S. licensed” di provenienza terza.
3
  
La svolta nelle relazioni USA-Iraq avvenne grazie alla missione dell’inviato presidenziale 
Donald Rumsfeld alla testa di una delegazione americana nel dicembre 1983, che segnò il primo 
incontro di Saddam Hussein con delegati del governo americano e fu l’ultimo decisivo passo prima 
della riapertura di rapporti diplomatici tra Stati Uniti ed Iraq.  
La documentazione relativa al viaggio a Baghdad dell’inviato presidenziale è piuttosto 
corposa e permette di avere un quadro esauriente dell’incontro e dei temi politici discussi. Rumsfeld 
consegnò a Saddam una lettera scritta da Reagan, all’interno della quale il presidente americano 
espresse l’auspicio della pace nella regione e dell’apertura di una nuova fase nella storia dei rapporti 
tra i due paesi. Reagan indicò inoltre la via dell’espansione dei rapporti commerciali e diplomatici 
ed espresse la sua personale soddisfazione per la moderazione l’equilibrio dimostrati da Saddam 
nell’affrontare le questioni aperte della politica mediorientale, come la crisi libanese e il problema 
dei profughi palestinesi. I rapporti con Israele e il terrorismo furono quasi del tutto accantonati. 
Saddam e Rumsfeld si soffermarono sui punti di vista comuni, tra cui l’impegno americano 
a non esportare armi all’Iran, la condanna dell’ostinazione iraniana nel rifiutare la proposta dell’Iraq 
                                                 
3
 K. TIMMERMAN, The death lobby: how the West armed Iraq, London, 1992 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Risari
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Maurizio Punzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 302

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi