Skip to content

Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988), Pagina 8
 XII
USA e URSS reagirono con una risoluzione ONU, la numero 598 del 20 luglio 1987. Come 
le precedenti due risoluzioni relative alla guerra del Golfo essa venne in soccorso dell’Iraq perché 
ingiunse l’immediato cessate il fuoco e il ritiro dei soldati all’interno dei rispettivi confini proprio 
quando gli iraniani potevano dilagare nel sud dell’Iraq. I termini della risoluzione furono resi in 
modo tale da risultare inaccettabili per gli iraniani: per il paese che si fosse rifiutato di rispettarla, 
cioè nelle previsioni l’Iran, la risoluzione prevedeva infatti un embargo internazionale di armi. 
Prevedibilmente, l’Iraq dichiarò all’istante di accettarla, mentre l’Iran la respinse con sdegno.  
L’obbiettivo perseguito dagli iracheni fin dal 1982, quando cioè risultò evidente che l’Iraq 
avrebbe combattuto al solo fine di prolungare la guerra, poiché non avrebbe mai potuto sconfiggere 
un paese tre volte più popoloso e con un esercito animato dalla fede incrollabile nella rivoluzione 
islamica, era stato quello di internazionalizzare il conflitto. I dirigenti iracheni intesero coinvolgere 
le superpotenze perché intervenissero per porre fine ad una guerra destinata ad esser persa, con 
effetti potenzialmente distruttivi per il regime baathista.  
Si arrivò alla fine delle ostilità nel 1988 grazie alla presenza nelle acque del Golfo persico 
della flotta militare americana, la quale spostò l’ago della bilancia dalla parte di Saddam Hussein e 
trasformò il conflitto in un peso non più sostenibile da parte dell’Iran. A seguito della “guerra delle 
petroliere” si produsse un’autentica escalation del conflitto nel Golfo, che coinvolse unità della 
marina militare USA in scambi d’artiglieria sporadici ma intensi con le postazioni iraniane.  
Con l’ascesa alla guida dell’URSS di Gorbaciov subì inoltre un’accelerazione il disimpegno 
militare di Mosca dal Terzo Mondo, concluso con il ritiro sovietico dall’Afghanistan nel 1988. Gli 
Stati Uniti accrebbero notevolmente la propria influenza nel Golfo persico a scapito delle posizioni 
sovietiche, con riflessi anche nella guerra Iran-Iraq: gli iraniani persero la possibilità di contare su 
una forza equilibratrice dei disegni americani sul Golfo, trovandosi perciò isolati a fronteggiare una 
coalizione “informale” composta dall’Iraq, dai suoi alleati del Golfo e dagli Stati Uniti, ormai del 
tutto allineati a Saddam Hussein anche dal punto di vista militare.  
Khomeini avrebbe continuato la guerra, ma fu costretto a recedere dalla crescente ostilità 
popolare verso una guerra che in otto anni aveva dissanguato il paese in termini sia di vite umane 
che di perdite economiche. L’abbattimento, nel luglio 1988, di un aereo di linea iraniano con 290 
persone a bordo ad opera di un’unità navale americana fu solo l’ultimo episodio di una situazione 
divenuta insostenibile per l’Iran.  
La guerra iniziata da Saddam Hussein con la convinzione di abbattere in breve tempo un 
nemico che credeva in difficoltà, si tradusse invece in un’interminabile guerra di logoramento che si 
concluse senza conquiste territoriali, così com’era iniziata. L’attacco servì invece a rinsaldare il 
potere nelle mani di Khomeini il quale raccolse la popolazione attorno al regime rivoluzionario 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Stati Uniti e Iraq nei documenti del National Security Archive durante l'amministrazione Reagan (1981-1988)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Risari
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Maurizio Punzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 302

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi