Skip to content

Stregoneria e etnopsichiatria nell'Africa Nera

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Stregoneria e etnopsichiatria nell'Africa Nera, Pagina 3
  
 
8
sue. Appartengono all’universo, e quando si manifestano l’uomo non è che 
spettatore di un atto creativo che fa parte della vita. Anche quella che viene 
definita “spinta motivazionale” e il “flusso di coscienza”, che ci portano a 
essere creativi, non sono da considerare solo come atteggiamenti psicologici 
positivi, ma come una manifestazione di queste forze sottili di cui noi siamo 
solo dei canali energetici attraverso cui esse fluiscono. Gli effetti di queste 
forze possono anche sembrare soprannaturali, ispirati o magici, perchè noi non 
siamo più consapevoli di poterne disporre. Secoli di condizionamenti hanno 
avvolto la nostra anima nel buio dei sensi di colpa e l’hanno allontanata dal 
divino. E’ così che noi non riusciamo più a percepirlo e che abbiamo 
dimenticato l’élan vital che è in noi e che ci fa parte di esso. 
Tutta la cultura animistica di tradizioni e pratiche sciamaniche si basa invece 
sul contatto dell’anima con la natura e sul sentire il divino immanente. E’ per 
questo che nelle società tradizionali esiste tuttora la capacità di manipolare le 
forze presenti nell’universo attorno a noi. E tuttavia in noi sopravvivono, 
sopite, queste capacità divine che ci permetterebbero di essere causa di noi 
stessi e della nostra vita. Il problema è come conciliare due realtà così diverse: 
un mondo governato dai cicli della natura e l’altro dominato dal tempo e dal 
profitto;  l’uno regno del divino, l’altro della materia. Noi viviamo in un regno 
sotterraneo, la terra desolata del materialismo vuoto, privo della vitalità dello 
spirito. Il dio che ci governa è Plutone, il dio degli inferi, il cui nome greco 
Plutos significa appunto “ricchezza”. Per risalire la china, non è necessario che 
ci rivolgiamo a un Dio: siamo noi l’espressione e l’incarnazione del divino su 
questa terra, e quindi siamo noi che dobbiamo agire. In un certo senso, affidarsi 
a Dio è come restare bambini, ad aspettare che qualcuno si prenda cura di noi.  
Ma come vivere nel reale questo concetto, che razionalmente è così facile 
capire? Il primo passo importante è il riconoscimento della nostra essenza 
interiore, perchè senza di essa all’esterno non abbiamo che “i vestiti nuovi 
dell’imperatore” della favola, qualcosa di illusorio che è visto attraverso gli 
specchi deformanti dei nostri condizionamenti e che riceve continua linfa dal 
materialismo che ci circonda.    
 
Questa introduzione vuol fungere da cornice alla descrizione di alcune società 
tradizionali dell’Africa Nera, i cui rituali, le usanze, le credenze e la particolare 
visione del mondo trovano alimento in un patrimonio culturale e ancestrale 
dove la magia gioca un ruolo di primaria importanza. Non si tratta tuttavia di 
magia nel senso occidentale, come pratica aberrante e primordiale, ma di una 
vera e propria religione, e soprattutto di spiritualità e di vita quotidiana 
dominata dal senso del divino.  La civiltà ci ha allontanato da tutto ciò che 
queste culture tradizionalmente continuano a vivere, e nell’addentrarsi nelle 
loro concezioni di vita, nel tentare di interpretare quel loro mondo affascinante, 
si giunge perfino a percepire che forse qualcosa abbiamo perso. 
Nel corso di questo lavoro vengono utilizzati alcuni concetti e termini di 
carattere prettamente psicologico che necessitano di qualche chiarimento per 
una miglior comprensione del contesto al quale saranno applicati. Nel Capitolo 
I vengono appunto esposte sinteticamente queste precisazioni. 
Il  percorso storico che verrà esposto nel Capitolo II - Parte I: Il Passato - è 
generalizzato all’intero continente, anche per dar conto delle alterne vicende 
che hanno portato l’Africa, ad eccezione di alcuni Paesi, a un arresto nello 

Preview dalla tesi:

Stregoneria e etnopsichiatria nell'Africa Nera

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matilde Peronaci
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Antonella Delle Fave
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 256

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi