Skip to content

Sulla pena. Una riflessione filosofica.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Sulla pena. Una riflessione filosofica. , Pagina 8
Monte squie u: il ra pporto tra forme di gove rno e le ggi pe na li
15
2
Montesquieu, Lo spirito delle leggi , 2 voll., Milano: Bur Rizzoli, 2011, vol. I, (V, 14), p. 208.
3
Ibid.
4
Id., pag.211.
"c onflittua lità istituz iona liz z a ta ", pe r dirla in modo mac hiav e llic o , ovve ro da i fre ni c he la
nobiltà e d il c le ro pongono a l mona rc a . Gli inte re ssi sono c osì va rie ga ti e dispie ga ti in modo
plura le e vita ndo l'a c c e ntra me nto su un'unic a pe rsona , e sopra ttutto fre na no le a mbiz ioni
a ssolutistic he e d a ppunto dispotic he . Dispotismo, inve c e , re tto sul c a pric c io mome nta ne o di
un uomo solo, c he , in a sse nz a di le ggi, può fa re a ffida me nto solo sulla re ligione , la qua le - e
qui sta un'a ltra sosta nz ia le novità introdotta da l filosofo fra nc e se - pe rme tte la fissità , la
sta bilità , e la pe rma ne nz a di un siste ma qua le que llo dispotic o. R e ligione quindi c ome fre no
e xtra istituz iona le , e qui a ppa re e vide nte la diffe re nz a sosta nz ia le rispe tto a l siste ma
mona rc hic o. Il ruolo de lla re ligione vie ne quindi a d a ssume re un pe so fonda me nta le in una
forma dispotic a di gove rno. Ne gli sta ti dispotic i, in c ui ‹‹la tra nquillità non è ve ra me nte una
pa c e , ma è il sile nz io di que lle c ittà he il ne mic o sta pe r oc c upa re ››
2
‹‹la re ligione ha ma ggiore
influe nz a c he in qua lunque a ltro; è una pa ura a ggiunta a lla pa ura . Ne gli impe ri ma ome ttia ni è
da lla re ligione c he i popoli a ttingono in pa rte que l sorpre nde nte rispe tto c he ha nno pe r il
prinic ipe ››
3
. Sc rive a nc ora Monte sque iu:
Dopo tutto quello che abbiamo detto, sembrerebbe che la natura umana dovrebbe ribellarsi senza posa
contro il governo dispotico. Eppure, nonostante l'amore degli uomini per la libertà, nonostante il loro
odio per la violenza, la maggior parte dei popoli vi sono sottomessi. Ciò è facile da comprendere. Per
formare un governo moderato bisogna combinare i poteri, regolarli, temperarli, farli agire; dare, per così
dire, un contrappeso a uno per metterlo in grado di resistere a un altro; è un capolavoro di legislazione
che il caso fa di rado, e che di rado è lasciato fare alla prudenza. Al contrario, un governo dispotico
salta, per così dire, agli occhi; è lo stesso ovunque: siccome per stabilirlo bastano le passioni, chiunque
è capace di farlo
4
.
Monte squie u sottoline a c osì la 'fa c ilità ' e la 'se mplic ità ' di un gove rno dispotic o, e c ome il
volgo possa fa rsi più fa c ilme nte ge stire in un ta le siste ma c he e vita , pe r sua na tura , c onflitti,
e nti inte rme di. E ntro ta le siste ma solo la re ligione può quindi te ne re a ba da le te nsioni
popola ri proprio pe rc hé c onside ra ta 'supe riore ', e d in c iò il filosofo fra nc e se mostra tutta la
pote nz a politic a de lla ste ssa . E '
la tesi, cioè, del ruolo determinante che la religione gioca a livello della natura o costituzione di tale
governo (ma lo stesso accade, come vedremo, anche riguardo al suo principio), in quanto fattore che,
'rimpiazzando' le leggi fondamentali, gli dà fissità o stabilità e gliele dà moderandone o limitandone
l'arbitrio, ossia 'sottoponendolo' , anche se in modo assai limitato, a leggi o regole fisse. Su questa
funzione moderatrice o di freno della religione - una funzione che essa esercita peraltro, seppure in
misura minore, anche negli altri tipi di regime politico - Montesquieu insiste in più luoghi della sua
opera, e in particolare nell'importante capitolo 10 del libro III dedicato all'analisi del problema
dell'obbedienza nei vari governi, dove sottolinea che nulla (neppure il diritto naturale) può essere

Preview dalla tesi:

Sulla pena. Una riflessione filosofica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Nistoro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Domenico  Felice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pena
montesquieu
nietzsche
storia della pena
nistoro
reealismo nietzsche
foucault nietzsche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi