Skip to content

Suspense d'appartamento. Edward Hopper e Alfred Hitchcock

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Suspense d'appartamento. Edward Hopper e Alfred Hitchcock, Pagina 3
Tuttavia non è l’unico modo che usa l’artista per proporre il tema dello “spiare”. 
Alcune tra le opere più cariche di voyeurismo sono quadri in cui non appare nessun nudo 
in interno e il punto di vista dell’osservatore è rivolto dalla strada verso l’interno di 
un’abitazione o un bar. Se si pensa ad un quadro, tra i più noti del pittore, come Nottambuli 
(nighthawks) ( fig. 25 e 26) del 1942, si intuisce facilmente che il punto di vista del voyeur, 
qui, va dall’esterno verso l’interno, come se il grande vetro che divide i due ambienti ci 
permettesse di osservare l’azione come se si svolgesse dietro una vetrina. 
La drammaticità della vita quotidiana è un altro tema trattato sapientemente dai due 
artisti, in modo parallelo. Hopper dipinge il dramma quotidiano della noia, della solitudine 
nelle grandi città. Questo luogo affollatissimo e frenetico, apparentemente pieno di vita, 
ma nel quale chiunque può sentirsi tremendamente solo, spinto a chiudersi in un ambiente 
privato, il suo appartamento, che per qualche ragione viene identificato come zona protetta, 
sicura. La città e come un insieme di vite le une separate dalle altre, ma vicinissime, così 
vicine che è possibile spiarsi da una finestra all’altra mantenendo un certo distacco, 
rimanendo ognuno comodamente seduto nella poltrona del proprio appartamento. 
E’ d’obbligo il parallelismo con La finestra sul cortile, il cui protagonista (un grande 
James Stewart) immobilizzato da una gamba rotta e costretto su una sedia a rotelle, si 
ritrova a spiare tutti gli abitanti del vicinato, un po’ per noia e un po’ per deformazione 
professionale, dato il fatto che il suo lavoro è proprio quello di fotoreporter (fig. 3). La sua 
attenzione è catturata dallo strano atteggiamento di uno dei vicini che lui sospetta aver 
ucciso la moglie malata, ma non si nega mai (e non la nega nemmeno a noi spettatori) una 
sbirciatina negli altri appartamenti che si affacciano sul cortile. Sono però degli sguardi 
spassionati, senza troppo coinvolgimento, come se ciò che si svolge all’interno della 
finestra-palcoscenico fosse solamente la scena di un film e non la realtà nel suo essere 
atroce. 
Questo è il tipo di solitudine che Alfred Hitchcock ed Edward Hopper si trovano a 
trattare in modo pressoché analogo. E’ una solitudine urbana, legata agli spazi cittadini, 
con una forte repulsione per la “folla”, che rappresenta la prova fisica di questa solitudine 
2
interiore. Le tante persone che ci circondano, ma che non ci conoscono o non ci 
capiscono, sembrano rimarcare questa difficoltà nei rapporti umani, questa precarietà delle 
relazioni. Sono emozioni e sentimenti molto difficili da rappresentare proprio per le mille 
2
A proposito delle scene affollate A. Hitchcock dichiara:”Sono stanco anche di vedere la solita Fifth Avenue, o il 
traffico di Park Avenue, tutti uno sopra all’altro, e la massa di persone che camminano. Che poi non camminano, 
è come se ondeggiassero. A che serve riprendere questa roba?”. Sidney Gottlieb (a cura di), trad. Riccardo Bnà, 
Alfred Hitchcock. Io confesso. Conversazioni sul cinema allo stato puro, Minimum fax, Roma, 2008. 
2 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Suspense d'appartamento. Edward Hopper e Alfred Hitchcock

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Selmo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: DAMS - Arti Visive
  Relatore: Stefano Ferrari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cary grant
gail levin
hitchcock
hopper
ingrid bergman
interno d'estate
james stewart
la finestra sul cortile
lisa mueller
montaggio
notorious
piano-sequenza
psycho
sadoff
samuel yellen
suspence
voyeurismo

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi