Skip to content

Tecnologia, industria culturale ed immagini femminili nell'Italia degli anni novanta

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Tecnologia, industria culturale ed immagini femminili nell'Italia degli anni novanta, Pagina 8
 21
L’autore di questa ragazza-vampiro impianta le origini della sua eroina in un pianeta lontano 
dalla terra, Drakulon, dove l’unica fonte di nutrimento è il sangue che scorre nei ruscelli. Dopo 
pochi episodi, il fumetto cambia autori e questi fanno arrivare Vampirella, non si sa come, 
sulla Terra. All’inizio la necessità la costringe a nutrirsi di sangue umano. L’invenzione di un 
siero sintetico le permetterà di farne a meno, ma la sua penuria, in taluni casi, trasformerà 
Vampirella in un terribile animale predatore. Nelle sue avventure la donna aiuta però gente 
perseguitata dalle forze del male. Grazie ai suoi misteriosi poteri e alla propria forza superiore 
ad ogni capacità umana, riesce sempre a vincere gli avversari. Unica persona della quale non 
riesce a liberarsi è il dottor Van Helsing. Costui, con il figlio, la segue in ogni avventura, 
cercando di piantarle un paletto nel cuore, per porre fine alla sua esistenza. Ironia della sorte, 
nel figlio del dottore, il giovane Adam, l’unico che non la teme, Vampirella troverà l’amore. 
Per non svelare al mondo la sua vera identità lavora come assistente del vecchio prestigiatore 
Pendragon (seconda persona di fiducia dell’eroina), che l’accompagna nei suoi vagabondaggi, 
in un rapporto di succube (lui), necessità del suo sangue (lei). 
Anche se la protagonista è un’extraterrestre, questo fumetto non è un’opera di fantascienza, si 
tratta piuttosto di una storia nella quale al fantastico si aggiunge l’orripilante e dove vige una 
divisione manicheista tra il Bene e il Male, Ordine e Caos, il tutto reso più complicato dalle 
contraddizioni della tormentata vampira, che spesso non sa decidere da che parte stare.
9
 
 
Il boom dei fumetti erotici e violenti 
Accanto al filone del fumetto erotico, di fantascienza e d’avventura, nasce anche quello con la 
fissazione maniacale per la violenza e la morte, quali attributi di una sessualità alienata. Questi 
fumetti appaiono alla fine degli anni 60 e sollecitano oltre all’erotismo anche il sadismo dei 
lettori. Come sempre è la donna l’oggetto sul quale si riversano i più illeciti sogni sadici. 
“Nella letteratura popolare del secolo scorso, come nell’odierna cultura di massa, alle donne 
viene negata qualsiasi identità, essa è semplicemente un oggetto che si possiede. Queste 
fantasie a senso unico non possono essere interpretate che come il segno dell’ostilità maschile 
che si concretizza in impulsi aggressivi strettamente intrecciati agli impulsi 
sessuali”(Cutrufelli, “L’invenzione della donna”, 1976). 
Spesso si crede che il desiderio sadico viene causato da complessi di castrazione, e che questa 
paura sia generata dai meccanismi di difesa basati sulla sopraffazione e sul piacere che ne 
scaturisce (Giacchetti, “Porno power, pornografia e società capitalista”, 1971). Il sadismo 
potrebbe invece dipendere da un desiderio di dominio e d’oppressione prodotti 
                                                 
9
 Rossella Laterza e Marisa Vinella. Opera citata 

Preview dalla tesi:

Tecnologia, industria culturale ed immagini femminili nell'Italia degli anni novanta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Samanta Zaghini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Gian Carlo Calcagno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 363

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tomb raider
fumetti
immagine femminile
sergio bonelli editore
milo manara

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi