Skip to content

Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media, Pagina 7
 10
all’esigenza di routinizzare il processo di selezione per renderlo maggiormente 
assolvibile e gestibile
14
.  
La logica dei media richiede che sia data una maggiore attenzione ai valori-notizia 
(news values)
15
 di tipo spettacolare, questo perché “fa più notizia” ciò che altera la 
routine. Così sulla scena del G8 di Genova, hanno ottenuto un maggior risalto nella 
trattazione degli accadimenti i temi legati al mondo della protesta (enfatizzando le 
“minacce” dei contestatori) e le scene di guerriglia urbana durante il summit. Al 
contrario, i momenti “pacifici” della protesta, così come la settimana del Public Forum
16
 
organizzato dal GSF ha trovato uno spazio alquanto limitato nei racconti del sistema 
informativo.  
Dal punto di vista materiale, la necessità di dare la copertura più completa possibile 
all’evento ha visto l’impiego massiccio di risorse e l’aumento dello spazio informativo 
dedicato al G8. Oltre ai vari approfondimenti e speciali, il G8 ha realizzato una vera e 
propria mobilitazione culturale e mediatica intorno a sé: sono stati aperti siti on line per 
fornire maggiori informazioni e per consentire al pubblico dei cittadini di poter 
esprimere proprie opinioni a riguardo, sono nate nuove emittenti per seguire il G8 (è il 
caso di Radio Gap), sono state dedicate lunghe dirette per tenere costantemente 
informati gli spettatori sugli sviluppi delle proteste (Primo Canale).   
L’evento G8 ha rappresentato una sconfitta per il gigante Rai e le sue enormi risorse, 
mentre ha innalzato allo status simbolico del Davide che sconfigge Golia, la piccola 
emittente ligure Primo Canale, che, grazie alla sua maggiore flessibilità organizzativa e 
la sua perfetta conoscenza del “campo di battaglia” ha fornito la migliore e più 
apprezzata copertura dell’evento. 
 
Tra gli effetti dei media acquisisce notevole importanza l’effetto di costruzione 
dell’agenda setting (McCombs e Shaw, 1972), ovvero, l’influenza dei media sulle 
percezioni dei temi politici e sociali da parte del pubblico dei cittadini. 
Scrive Shaw: 
 
“in conseguenza dell’azione dei giornali, della televisione e degli altri mezzi di 
informazione, il pubblico è consapevole o ignora, dà attenzione oppure trascura, enfatizza 
o negligé, elementi specifici degli scenari pubblici” (Shaw, 1979, p. 96). 
 
L’effetto di costruzione dell’agenda setting creerebbe una corrispondenza tra l’ordine di 
importanza delle issues coperte dai media e l’ordine di importanza che il pubblico 
percepisce sulle issues; questo significa che il grado di rilevanza attribuito ai temi dai 
mezzi di informazione influenzerebbe le priorità accordate dal pubblico ai medesimi 
temi
17
. 
                                                 
14
 Gans (1979) individua alcune caratteristiche dei criteri di selezione delle notizie: questi devono essere 
applicabili facilmente e rapidamente, devono essere flessibili, relazionabili e comparabili, facilmente 
razionalizzati ed orientati all’efficienza.   
15
 Secondo Golding-Elliot (1979) i valori-notizia sarebbero usati in due modi: a) come criteri per 
selezionare (dal materiale disponibile alla redazione) gli elementi da includere nel prodotto finale; b) 
come linee-guida nella presentazione del materiale (suggerendo a quali elementi dare priorità nella 
preparazione delle notizie da presentare al pubblico. I valori-notizia sono intesi come qualità degli eventi 
o della loro costruzione giornalistica, la cui relativa assenza o presenza li raccomanda per l’inclusione in 
un prodotto informativo  (p.114). 
16
 Al Public Forum di Genova hanno partecipato in qualità di relatori illustri personaggi dalla fama 
internazionale come Susan George, don Luigi Ciotti, Riccardo Petrella, José Bové, Walden Bello, Oronto 
Douglas e Bernard Cassen. 
17
 L’assunto teorico di fondo dell’agenda setting prevede che gli elementi che  hanno maggior rilievo 
nelle rappresentazioni offerte dai media assumono lo stesso rilievo anche nelle rappresentazioni elaborate 

Preview dalla tesi:

Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michela Vindrola
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Franca Roncarolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 208

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

black block
comunicazione politica
g8
genoa social forum
globalizzazione
mass-media
media logic
no global
popolo di seattle
summit
tematizzazione
vertice internazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi