Skip to content

The History and Fall of Caius Marius e il suo antecedente Shakespeariano

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: The History and Fall of Caius Marius e il suo antecedente Shakespeariano, Pagina 6
6 
Qui Ravenscroft alludeva direttamente al Popish Plot9, definendolo per 
l’appunto un “mischief carry’d on by Perjury and False Evidence” e ordito da 
quei “Rogues” le cui cospirazioni e complotti non avevano fatto altro che 
fomentare il clima di isteria già dilagante nel regno per la paura di un ritorno al 
cattolicesimo come religione di Stato e di un modello monarchico assolutistico 
di stampo francese10. Dall’omonima opera shakespeariana egli riprese, 
ampliandole, soprattutto quelle scene in cui era fortemente presente 
l’elemento dell’orrido e del macabro: nell’ultimo atto, la scena del banchetto 
antropofago in cui Tamora si cibava, pur senza saperlo, dei propri figli, venne 
arricchita con descrizioni ancor più sanguinolente che rendessero chiaro il 
destino tragico inferto a coloro che, sia esecutori sia vittime di cospirazioni, si 
macchiavano di “Perjury” e di “False Evidence” e andavano così incontro a 
una mutua distruzione. Il richiamo alla storia contemporanea era evidente: gli 
                                                 
9 Il 13 agosto 1678, due corrotti membri del clero inglese, Israel Tonge e Titus Oates, sacerdote 
anglicano, dichiararono di aver scoperto una congiura, rivelatasi poi falsa, che prese il nome di 
Popish Plot, suppostamente ordita da un gruppo di gesuiti e volta ad assassinare il re d’Inghilterra 
Carlo II Stuart per poi sostituirlo sul trono con il suo fratello Giacomo, allora duca di York, 
dichiaratamente cattolico. Oates giurò diverse volte di dire il vero. Carlo, scettico, ordinò al suo 
ministro Osborne, Lord Danby, di investigare sulla veridicità del complotto; il Parlamento invece 
credette seriamente alle parole di Oates. Dopo una rapida inchiesta, furono processati e condannati 
a morte numerosi cattolici innocenti: il Popish Plot in realtà non esisteva, ma era una menzogna 
inventata da Oates, su pressione di esponenti Whigs, per confermare l'ostilità già dilagante nel regno 
verso il cattolicesimo, che con questo episodio raggiunse il vertice della crudeltà.  
10 E i timori non erano totalmente infondati: Carlo II infatti,  che durante gli anni dell’esilio aveva 
avuto modo di conoscere il lusso e le ricchezze della corte francese e la magnificenza di re Luigi 
XIV suo cugino, non aveva mai nascosto le sue simpatie nei riguardi del modello assolutistico e 
filocattolico francese e negli anni a venire coltivò stretti legami diplomatici con la Francia. Nel 1670, 
cercando di risolvere i suoi ingenti problemi finanziari, Carlo II decise di rinunciare all'alleanza con 
svedesi e olandesi e firmò il Trattato di Dover, patto stipulato fra Inghilterra e Francia. In questo 
trattato c’era una clausola segreta in cui Luigi XIV si impegnava a versare la somma di 160.000 
sterline ogni anno, Carlo II ad inviare supporti militari a Luigi nelle sue guerre europee e a 
convertire il suo Paese al cattolicesimo romano, non appena si fosse presentata l'occasione. Luigi gli 
offrì seimila truppe per soffocare nel sangue chiunque si fosse opposto alla conversione. Inoltre nel 
1672 il re emanò una Declaration of Indulgence, con la quale permetteva parziale libertà di culto ai 
cattolici. Nello stesso anno diede pieno appoggio alla Francia cattolica del cugino Luigi XIV e diede 
inizio alla Terza guerra anglo-olandese. Il Parlamento si oppose con decisione alla Declaration of 
Indulgence promossa da Carlo, affermando che il re non poteva deliberare autonomamente in materia 
di tolleranza religiosa. Carlo revocò la Dichiarazione e fu costretto a sottoscrivere il Test Act, che 
imponeva un giuramento di fedeltà alla Church of England per accedere alle cariche pubbliche. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

The History and Fall of Caius Marius e il suo antecedente Shakespeariano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Giovanna Scolari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Lisanna Calvi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 142

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adattamento
caius marius
carlo ii
dramma eroico
dramma storico
exclusion bill
exclusion crisis
giulietta
lavinia
making fit
marius junior
mercuzio
popish plot
restaurazione
romeo
romeo and juliet
shakespeare
sulpitius
the history and fall of caius marius
thomas otway
titus oates
tories
tragedia
whigs

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi