Skip to content

Variable Sweep Wings and Aerodynamic Characteristics

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Variable Sweep Wings and Aerodynamic Characteristics, Pagina 3
  
7 
In the late 1950s, the U.S. Air Force submitted specifications for a plane with variable-sweep wings 
that could fly at supersonic speeds and cruise for long distances at high altitudes to reach its distant 
targets. Secretary of Defence Robert McNamara wanted to combine this requirement with Army 
needs for close air support and a Navy requirement for air defence of the naval fleet. This led in 
December 1960 to the Tactical Fighter Experimental (TFX) program. This consisted in an aircraft 
suitable for use by the Air Force, which would operate in the close air support role for Army ground 
forces and in its own roles, and by the Navy in aircraft carrier roles. 
The Department of Defence selected General Dynamics to develop two versions of the TFX, the F-
111A for the Air Force and the F-111B for the Navy. Roll out took place on October 15, 1964, and 
Secretary McNamara stated that the Air Force and Navy now had an aircraft with the range of a 
transport, capacity and endurance of a bomber, and agility of a fighter. However, the Navy cancelled 
its portion of the program, in August 1968, finding that the plane was too heavy for use aboard 
aircraft carriers. Commonality between the aircraft used by the two services had also dropped 
significantly by that time with the adoption of different engines. The Navy subsequently selected 
Grumman Aircraft to develop the F-14 Tomcat interceptor, which also had a variable-sweep, or 
"swing-wing". 
The F-111 had numerous problems during its early service, including problems with cracks in the 
large gearbox used to move the wings. The plane saw service in Vietnam, and the F-111F saw 
considerable action during the Gulf War. Perhaps its greatest success occurred in a combined U.S. 
Air Force and U.S. Navy attack on Libya and its terrorist government in mid-April 1986, at El 
Dorado Canyon. 
The F-14 adopted by the Navy incorporated a swing-wing that could be manually controlled by the 
pilot or shifted automatically according to the plane's speed. It moved forward to allow the plane to 
land on tiny aircraft carrier decks at relatively low speeds and backward as the plane dashed out to 
intercept Soviet bombers. More than 700 F-14s were produced, in several variants, and more than 70 
of them were exported to Iran in the 1970s. It first entered service in the mid-1970s, and was used 
„till 2001. Despite its long service, the F-14 has been the most expensive interceptor aircraft to 
operate in the U.S. Army. 
During the 1970s, an Israeli Air Force (IAF) pilot evaluated the Navy F-14 and the Air Force F-15 
Eagle for service in the IAF. He walked around both airplanes and counted their control surfaces 
such as ailerons, flaps, slats, and speed brakes. The F-14 had more control surfaces and the pilot 
determined that this would make it more difficult and expensive to maintain; for this and many other 
reasons, the IAF subsequently purchased the F-15 Eagle. In many ways this was an omen, for the 
variable-sweep wing, the largest moving part ever developed for an aircraft, proved to be more 
uncertain than it was worth for many aircraft. 
But for a period, variable-sweep wings were in vogue and more than a half dozen major military 
aircraft were designed with variable sweep wings during the 1960s and 1970s, with the number of 
swing-wing aircraft numbering in the thousands. The Soviets developed the Su-24 and MiG-27 
attack planes and the MiG-23 fighter, all with swing-wings. The European consortium Panavia 
developed the Tornado, produced in both ground attack and interceptor versions. It too had a 
variable-sweep wing. Aircraft designers also applied variable-sweep wings to large bomber-size 
aircraft. North American Rockwell began the B-1A bomber in the early 1970s as the U.S. Air 
Force's new strategic bomber (it was cancelled in the late 1970s and revived a few years later). The 
Soviet designed firm Tupolev to develop the Tu-22M Backfire naval attack bomber and the Tu-160 
Blackjack strategic bomber. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Variable Sweep Wings and Aerodynamic Characteristics

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Hasan Zolata
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria industriale
  Relatore: Giorgio Graziani
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 100

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

backward sweep wings
forward sweep wings
vsw aircraft
vsw planforms
vsw applications
vsw stability problems
vsw operating systems
vsw types

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi