Skip to content

Verdi y España

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Verdi y España, Pagina 5
Trabajo Fin de Máster | Verdi y España 
5 
acentuar la palabra para que sea esdrújula (Álvaro), el libretista omite el acento de forma 
que el nombre pasa pronunciarse como palabra llana (Alvaro), tal y como dictan las 
normas de pronunciación del italiano. Resulta plausible considerar que Verdi y sus 
libretistas elaborasen sus textos directamente a partir de traducciones (Sánchez 
Sánchez, 2014). 
Los documentos examinados por Víctor Sánchez Sánchez (2014), referentes al 
fenómeno global del vínculo de Verdi con nuestro país, recogen testimonios de las 
escasas ocasiones en las cuales el artista interactuó con la sociedad autóctona. La 
información recabada en el libro Verdi y España (Sánchez Sánchez, 2014) revela que 
el músico italiano no tuvo interés en acercarse al ambiente cultural foráneo. Si bien es 
cierto que estuvo muy ocupado en el Teatro Real y en enmendar las erratas que 
aparecían en la partitura que le había enviado el editor Tito Ricordi, cabe resaltar que 
Verdi restringió a lo imprescindible su presencia en los homenajes y eventos que la 
sociedad madrileña organizó en su honor. El análisis de crónicas y críticas musicales de 
los periódicos de la época y de las cartas que el propio compositor enviaba a sus 
contactos en Italia muestran el favor del público del cual gozaba, a pesar de que la crítica 
musical local no siempre fuera benévola con sus creaciones (Sánchez Sánchez, 2014). 
No obstante, Verdi prefería mantenerse alejado de la España “verdadera” y seguir 
albergando, como comentado anteriormente, una visión romántica de esa tierra. 
Incluso en el viaje privado a Andalucía que emprendió tras el estreno madrileño 
en compañía de su esposa, Giuseppina Strepponi, y en las breves excursiones que 
realizó en Toledo y El Escorial, el Maestro demostró mayor voluntad por conocer 
monumentos y obras de arte que por descubrir la cultura y folclore local. Una carta que 
el compositor redactó para su amigo el Conde Opprandino Arrivabene a la vuelta de su 
travesía por España es testimonio de dicha actitud. 
No te he escrito de inmediato porque estaba tan agotado del viaje que tuve que 
acostarme para descansar y recuperarme además de una fuerte tos contraída durante mi 
viaje a Andalucía, viaje sumamente incómodo, largo y extenuante. La Alhambra, en primer 
lugar y antes que todo, las catedrales de Toledo, Cordoba, Sevilla merecen la notoriedad 
de la que gozan. El Escorial (perdonada sea mi blasfemia) no me gusta. Es un aglomerado 
de mármoles, tiene cosas muy valiosas en su interior, algunas preciosas, entre las cuales 
un fresco de Luca Giordano maravilloso, pero en el conjunto carece de buen gusto. Es 
severo, temible como el cruel soberano que lo construyó (Alberti Ed., 1931, p. 24, 
traducción propia).
1
 
                                                 
 
1
 “Non t’ho scritto subito perché ero cosí stanco dal viaggio che dovetti mettermi a letto 
per riposarmi e per curare anche una forte tosse buscatami nel mio viaggio in Andalusia, viaggio 
estremamente incomodo, lungo e faticoso. L’Alhambra, in primis et ante omnia, le cattedrali di

Preview dalla tesi:

Verdi y España

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Tiziana Tagliani-Zanetti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in ricerca musicales
Anno: 2018
Docente/Relatore: Anna Cazurra-Basté
Istituito da: Università Internazionale di Valencia (VIU)
  Lingua: Spagnolo
  Num. pagine: 94

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

spagna
verdi
don carlo
ernani
la forza del destino
trovatore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi