Skip to content

Il rapporto con il territorio nell'educazione con i ragazzi con bisogni educativi speciali: Il caso studio Campus Crescita Auxilium

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Anna Bartolotta
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Michele Pigliucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

Questo elaborato nasce dal desiderio di approfondire i benefici della natura nei ragazzi con disabilità e in particolare per i BES (Bisogni Educativi Speciali). Fin da piccoli, infatti possiamo riscontrare le qualità benefiche dello stare con gli animali, del crescere a contatto con la natura e di applicare tutto questo già da un ambiente scolastico. La tesi vuole essere un viaggio sensoriale che, come un manuale, guida il lettore alla riscoperta della figura dell’educatore professionale come mediatore alla riscoperta di un mondo spesso sottovalutato ovvero: il territorio.
Nel terzo capitolo, infatti, non si parlerà solo della struttura ma anche del concetto più ampio di territorio, inteso come una casa, come una materia da studiare a scuola, come uno strumento da ‘sfruttare’ per avere un riscontro empatico. Il primo capitolo racchiude le normative e le definizioni sulla figura professionale dell’educatore e i Bisogni Educativi Speciali, con tutto l’excursus attinenti ad essi. Con il secondo capitolo si entra nel cuore della tesi, analizzando le varie prospettive di benefici dell’ambiente naturale: l’agricoltura sociale, il Pet Therapy e la fattoria didattica.
La scelta della struttura Campus Crescita è dovuta a l’esperienza di tirocinio come assistente all’autonomia e alla comunicazione, dove ho toccato con mano quello che vuol dire essere di supporto e di aiuto alle persone più fragili, lavorando in un equipe e contribuendo, nel mio piccolo ad essere d’aiuto. In questo modo il mio è stato un lavoro di ricostruzione attraverso l’analisi di pedagogisti, come Maria Montessori ha idealizzato delle scuole all’aperto, oppure il metodo Outdoor Education, risultando una conseguenza che tutto ciò che ci circonda è un dono e per questo va salvaguardato, paragonandolo al compito degli educatori professionali, ovvero quello di prendersi cura delle persone che hanno bisogno di una mano, tenendo conto che siamo tutti uguali, nessuno è diverso ma tutti siamo speciali e gli animali questo lo comprendono.

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Anna Bartolotta
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Michele Pigliucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
10 1.2 QUALE RUOLO SVOLGE? Tante sono le volte in cui non si sa esattamente rispondere a questa domanda nel dettaglio. È lecito avere dubbi, soprattutto per chi non è mai stato a contatto con la disabilità, le comunità per minori, l’assistenza familiare, i bambini e gli anziani. Come già detto sopra, il profilo dell'educatore è definito con il D.M della Sanità n. 502/98 "Regolamento recante norme per l'individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell'educatore professionale". La definizione riportata nel decreto è quella tuttora in vigore, riferita alla solamente all’area sanitaria; non c'è infatti, una definizione giuridico-normativa che riguardi il profilo professionale, le funzioni e l'ambito lavorativo per tutti coloro che svolgono attività educative, al di fuori del campo sanitario. 1.2.1 Competenze Non basta avere buone intenzioni ed essere disponibili verso l'altro per adempiere ad un ruolo educativo, ma è necessario possedere molte capacità, abilità e competenze che servono per svolgere al meglio le proprie funzioni dettate da continui processi di formazione e auto-formazione. È di primaria importanza che l'educatore acquisisca competenze multiformi e trasversali in molteplici aspetti. L’aspetto materiale e psicologico che fanno riferimento sia ad ambiti teorici, che metodologici-pratici devono riguardare anche il rispetto, la fiducia, il sostegno e la sicurezza reciproci tra i vari soggetti. Ci sono tre tipi di competenze che un educatore deve maturare come conoscenze base: - le competenze metodologiche; - le comunicativo-relazionali; - le competenze personali e relazionali. Svolgere il ruolo dell’educatore non vuol dire avere soltanto bagagli di sapere e non è necessario che abbia un riconoscimento in leggi specifiche, ma è fondamentale anche comprendere, immedesimarsi ed orientarsi in quelle specifiche competenze che gli permettono di concretizzare il processo educativo. Il punto saliente dell’educatore è la competenza pedagogica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

disabilità
montessori
pet therapy
educatore professionale
agricoltura sociale
fattoria didattica
bes
outdoor education

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi