Skip to content

La problematica della violenza di genere e il ruolo dei Centri Antiviolenza

Informazioni tesi

  Autore: Antonietta Chiara Sergi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia clinica e promozione della salute: persona, relazioni familiari e di comunità
  Relatore: Marina Dirce Egle Mombelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

Il seguente lavoro, che vede il fenomeno della violenza di genere come principale filo conduttore, è suddivisibile in tre parti: una storico-concettuale, una giuridica e una di ricerca sul campo.
Nella prima parte, rappresentata dal primo capitolo, verrà definito il fenomeno della violenza di genere, analizzando ogni tipologia di violenza che l'uomo esercita sulla donna, fino ad arrivare alla conseguenza più tragica della violenza di genere: il femminicidio.
L'ultimo paragrafo di questa prima sezione sarà dedicato alla violenza perpetrata all'interno delle relazioni di coppia, ove quest'ultima rappresenta il contesto relazionale potenzialmente più a rischio per le donne.
Nella seconda parte verranno illustrate – da un punto di vista prettamente giuridico – le diverse tappe attraverso cui lo Stato italiano, dagli anni '90 ad oggi, abbia tentato di rispondere alla diffusione del fenomeno della violenza di genere, emanando delle leggi che potessero garantire alle vittime una tutela giuridica da parte dello Stato.
La terza ed ultima sezione dell'elaborato, rappresentata dal terzo capitolo, nasce dalla mia personale necessità di comprendere come concretamente si operi all'interno di quelle strutture nate con lo scopo di aiutare quelle donne vittime di violenza di genere, ovvero i Centri Antiviolenza.

Informazioni tesi

  Autore: Antonietta Chiara Sergi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia clinica e promozione della salute: persona, relazioni familiari e di comunità
  Relatore: Marina Dirce Egle Mombelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il 24 marzo 1947 l’Assemblea costituente approva l’art. 3 della nostra Costituzione, secondo cui “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. 1 Sono, dunque, trascorsi settantaquattro anni dalla proclamazione dell’eguaglianza tra uomini e donne; eppure la realtà sociale ben evidenzia come le donne abbiano di fronte a loro ancora una lunga e tortuosa strada da percorrere per raggiungere quella che viene definita “parità dei sessi”. La violenza di genere, infatti, altro non è che la manifestazione più estrema della storica diseguaglianza fra l’universo maschile e quello femminile. Quello della violenza di genere è – come avremo modo di vedere nelle pagine successive – un fenomeno particolarmente complesso, presente in ogni Paese e che coinvolge trasversalmente tutte le classi sociali. Tale fenomeno costituisce un problema sanitario e sociale di dimensioni epidemiche (World Health Organization, 2013), ormai entrato a far parte della nostra quotidianità. Non c’è giorno, infatti, in cui i mass media non diano notizia di una donna assassinata, molestata o picchiata. A questo proposito, si stima che in Italia venga commesso un femminicidio ogni tre giorni circa, individuando la relazione di coppia come il contesto in cui viene consumata la maggior parte di queste uccisioni. Il seguente lavoro, che vede il fenomeno della violenza di genere come principale filo conduttore, è suddivisibile in tre parti: una storico-concettuale, una giuridica e una di ricerca sul campo. Nella prima parte, rappresentata dal primo capitolo, verrà definito il fenomeno della violenza di genere, analizzando ogni tipologia di violenza che l’uomo esercita sulla donna, fino ad arrivare alla conseguenza più tragica della violenza di genere: il femminicidio. 1 http://www.governo.it/it/costituzione-italiana/principi-fondamentali/2839

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicologia giuridica
violenza sulle donne
violenza di genere
cav
centro antiviolenza
psicologia della violenza

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi