Skip to content

Riconciliazione della terapia Farmacologica in oncologia: esperienza dell'I.R.C.C.S. Istituto Tumori Bari

Informazioni tesi

  Autore: Pierpaolo Coringrato
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Farmacia ospedaliera
Anno: 2019
Docente/Relatore: Patrizia Nardulli
Istituito da: Università degli Studi di Bari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

La gestione dei farmaci in ambiente Ospedaliero è un processo complesso che comprende la prescrizione, la trascrizione, la dispensazione e la somministrazione degli stessi al paziente. Le terapie prescritte possono presentare delle “discrepanze” talvolta potenzialmente pericolose per il paziente, in grado di creare un danno o rendere inefficace il trattamento farmacologico.
Tali “discrepanze” o “interferenze” possono verificarsi anche in conseguenza di particolari condizioni, quali insufficienza renale o epatica, stato nutrizionale alterato, reazioni allergiche o idiosincrasiche, ipertensione e diabete, sviluppando una diversa valenza clinica in base all’età ed al sesso.
Trattamenti particolari, quali farmaci chemioterapici, somministrati in contemporanea ad altri, quali fitoterapici, omeopatici ed integratori vitaminici, possono aumentare sensibilmente il rischio di interferenze farmacologiche, con possibili ricadute sull’efficacia e sulla sicurezza del paziente.
È necessario, pertanto, valutare la terapia farmacologica stabilita prima del ricovero del paziente in ospedale e quella individuata dal clinico per la cura nella particolare circostanza, al fine di ottenere una prescrizione sicura ed appropriata.
Per quanto sopra descritto, la presenza costante del farmacista in reparto offrirebbe un valore aggiunto, anche per quanto concerne la risoluzione delle tante problematiche quali ad esempio l’interscambiabilità tra farmaci con la stessa composizione quali-quantitativa, ma diverso nome di brand, o anche con composizione farmacologica differente ma stessa indicazione e modalità di azione.
Allo stesso tempo si garantirebbe una razionale ed efficiente gestione della somministrazione dei farmaci ai pazienti, per quanto riguarda i modi e i tempi di assunzione evitando, quindi, problematiche relative all’assorbimento e/o alla eventuale tossicità degli stessi, migliorando l’efficacia e l’efficienza delle terapie e contemporaneamente producendo anche un efficientamento dei relativi costi.
Infine, la presenza costante del farmacista di reparto o almeno di Dipartimento migliorerebbe, come innanzi sottolineato, l’applicazione della Procedura di Ricognizione e Riconciliazione terapeutica, in particolar modo per quanto riguarda le modifiche proposte dai farmacisti ed accolte dai medici di reparto, ma poi non effettivamente applicate alla terapia del paziente.
Il risultato di questo nostro lavoro mostra ancora una volta la necessità di un cambiamento sostanziale nell’approccio alla prescrizione delle terapie al paziente e della esigenza, sempre più evidente, della opportunità di lavorare in team multidisciplinari e multiprofessionali per migliorare gli outcome attesi dai percorsi clinici previsti per i pazienti.
Il lavoro descrive in dettaglio tutte le interazioni farmacologiche rilevate durante la nostra attività in reparto, indicando i meccanismi molecolari con le quali esse si manifestano e le possibili soluzioni per evitarne o, quanto meno, ridurne l'impatto clinico.

Informazioni tesi

  Autore: Pierpaolo Coringrato
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Farmacia ospedaliera
Anno: 2019
Docente/Relatore: Patrizia Nardulli
Istituito da: Università degli Studi di Bari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
17 Obiettivi del progetto L’obiettivo principale del progetto è stato quello di valutare e promuovere l’appropriatezza prescrittiva attraverso la collaborazione del farmacista con tutto il team dei reparti di Oncologia Medica, Ematologia e Chirurgia generale. Gli obiettivi specifici hanno riguardato la possibilità di applicazione di una procedura di controllo delle terapie farmacologiche (Ricognizione/Riconciliazione farmacologica) e la dispensazione di suggerimenti utili alla risoluzione di tutte le difformità prescrittive segnalate. Si è cercato di valutare i possibili vantaggi che può apportare la presenza di un farmacista in reparto, non solo per quanto concerne la verifica di tutte le potenziali interazioni farmacologiche eventualmente osservate nella terapia prescritta al paziente, ma anche nella risoluzione dei quesiti posti dal team dei diversi reparti. Materiali e Metodi L’analisi delle prescrizioni farmaceutiche, attuata presso i reparti di Oncologia medica, Ematologia e Chirurgia generale, è stata condotta dal 12 Luglio 2017 sino al 12 Ottobre 2018. Il processo di Ricognizione è stato effettuato entro 48 ore dal ricovero, sulla base della terapia assunta sino a quel momento dal paziente, integrata con i farmaci prescritti in reparto. L’intervista ha permesso di ottenere informazioni utili per la successiva Riconciliazione farmacologica, quali: età, comorbidità, allergie/intolleranze, uso di preparati fitoterapici, utilizzo di dispositivi medici, difficoltà pregresse nell’assunzione di specifici farmaci, utilizzo di sostanze di abuso e la chemioterapia in corso o effettuata nei periodi precedenti il ricovero. Tutte queste informazioni sono state correlate dai dati clinici relativi al bilancio idro-elettrolitico, alla funzionalità epatica e renale. Le

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

farmacia ospedaliera
oncologia
farmacia clinica
farmacista di reparto
interazioni farmacologiche
riconciliazione terapeutica
interazioni farmacocinetiche
interazioni farmacodinamiche
farmacista di corsia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi