Skip to content

Social tv: influenza mediatica nella televisione contemporanea. Casi di studio e nuovi paradigmi.

Informazioni tesi

  Autore: Sara Cavani
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Sara Martin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 42

Sono ormai diversi decenni che la televisione è entrata nelle case e nelle vite degli italiani. Questo nuovo mezzo di comunicazione si è diffuso molto velocemente obbligando la società ad adattarsi alle nuove modalità di fruizione. Il piccolo schermo è capace di offrire informazioni, intrattenimento e divertimento, in un contesto sociale e culturale che ha permesso la sua veloce evoluzione tecnologica e digitale.
Se pensiamo al gennaio 1954, data in cui in Italia vengono mandati in onda i primi programmi televisivi, e alle possibilità piuttosto limitate che erano offerte al pubblico - un solo canale in bianco e nero e una sola ora di programmazione – sembra incredibile vedere l’evoluzione che ha subito la televisione fino ad oggi; le innovazioni sono state moltissime.
Sicuramente, uno dei fattori che più ha trasformato il mezzo televisivo, ma anche la società e il modo di fruire e interagire con i programmi, è stato l’avvento di internet e successivamente dei social network: reti sociali che connettono tra di loro le persone.
Questi strumenti digitali hanno conquistato il mondo nel giro di pochissimi anni, trasformando il modo delle persone di approcciarsi alla vita reale e a quella digitale.
I social network vengono utilizzati per connettersi con amici, parenti e conoscenti attraverso la pubblicazione e condivisione di diversi tipi di contenuti. Col passare degli anni questo sistema di interazione si è integrato con la tradizionale metodologia di fruizione televisiva dando vita al fenomeno delle social TV; una nuova modalità di consumo televisivo che combina e mescola la visione di un programma con l’utilizzo dei social media.
Questo nuovo fenomeno si muove rapidamente costringendo non solo il pubblico, ma anche gli inserzionisti e i broadcaster, ad adattarsi alle nuove modalità di fruizione e trasformando lo spettatore da pura figura passiva, che guarda il programma televisivo senza interagire con esso, in un attore-autore, che grazie al suo telefonino è in grado di commentare, creare scalpore, creare nuclei intorno a un programma o alla puntata di una serie tv. Sono infatti milioni al giorno d’oggi, non solo i reality show o talk show, ma anche i contest musicali, o qualsiasi altro evento live, che decidono di sfruttare l’interazione e la partecipazione del pubblico.
Il seguente elaborato, che si basa su tali premesse, ha l’obiettivo di analizzare la nascita e gli sviluppi della social tv, attraverso due diversi casi di studio.Il primo capitolo si concentra sul fenomeno della social tv, sull’importanza dei social network per la nascita della stessa e su come questo fenomeno, attraverso interazioni e condivisioni, stia permettendo allo spettatore di ricoprire un ruolo sempre più centrale all’interno del mondo televisivo (in particolare dei programmi trasmessi in diretta). Il secondo capitolo ha invece il principale obiettivo di analizzare il funzionamento, le caratteristiche e le peculiarità del social network Twitter. Twitter è il social network che registra le maggiori interazioni nel momento in cui, durante la trasmissione di un programma, il pubblico decide di partecipare attivamente attraverso commenti e contenuti audiovisivi e multimediali.
Il terzo e quarto capitolo riportano due casi di studio che, nelle diversità, presentano una serie di legami utili ai fini della ricerca: Sanremo 2021 e l’Eurovision 2021. I due Contest musicali - il primo tipico del panorama italiano, il secondo invece diffuso a livello internazionale - hanno sempre avuto, una forte influenza mediatica grazie alle interazioni del pubblico e alla pratica del televoto. Un fenomeno che ha subito - per entrambi i programmi – una spinta avanti proprio durante l’ultima edizione, segnata dagli eventi drammatici che negli ultimi due anni hanno interessato il mondo interno. I due capitoli si propongono di analizzare parallelamente i due programmi e le loro caratteristiche generali, le disposizioni digitali, i dati auditel e l’importanza mediatica; in particolare, in entrambi i casi si è posta attenzione alla strategia messa in campo dall’influencer Chiara Ferragni a favore della band romana dei Maneskin.

Informazioni tesi

  Autore: Sara Cavani
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Sara Martin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 42

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Sono ormai diversi decenni che la televisione è entrata nelle case e nelle vite degli italiani. Questo nuovo mezzo di comunicazione si è diffuso molto velocemente obbligando la società ad adattarsi alle nuove modalità di fruizione. Il piccolo schermo è capace di offrire informazioni, intrattenimento e divertimento, in un contesto sociale e culturale che ha permesso la sua veloce evoluzione tecnologica e digitale. Se pensiamo al gennaio 1954, data in cui in Italia vengono mandati in onda i primi programmi televisivi, e alle possibilità piuttosto limitate che erano offerte al pubblico - un solo canale in bianco e nero e una sola ora di programmazione – sembra incredibile vedere l’evoluzione che ha subito la televisione fino ad oggi; le innovazioni sono state moltissime. Sicuramente, uno dei fattori che più ha trasformato il mezzo televisivo, ma anche la società e il modo di fruire e interagire con i programmi, è stato l’avvento di internet e successivamente dei social network: reti sociali che connettono tra di loro le persone. Questi strumenti digitali hanno conquistato il mondo nel giro di pochissimi anni, trasformando il modo delle persone di approcciarsi alla vita reale e a quella digitale. I social network vengono utilizzati per connettersi con amici, parenti e conoscenti attraverso la pubblicazione e condivisione di diversi tipi di contenuti. Col passare degli anni questo sistema di interazione si è integrato con la tradizionale metodologia di fruizione televisiva dando vita al fenomeno delle social TV; una nuova modalità di consumo televisivo che combina e mescola la visione di un programma con l’utilizzo dei social media. Questo nuovo fenomeno si muove rapidamente costringendo non solo il pubblico, ma anche gli inserzionisti e i broadcaster, ad adattarsi alle nuove modalità di fruizione e trasformando lo spettatore da pura figura passiva, che guarda il programma televisivo senza interagire con esso, in un attore-autore, che grazie al suo telefonino è in grado di commentare, creare scalpore, creare nuclei intorno a un programma o alla puntata di una serie tv. Sono infatti milioni al giorno d’oggi, non solo i reality show o talk show, ma anche i contest musicali, o qualsiasi altro evento live, che decidono di sfruttare l’interazione e la partecipazione del pubblico. Il seguente elaborato, che si basa su tali premesse, ha l’obiettivo di analizzare la nascita e gli sviluppi della social tv, attraverso due diversi casi di studio. Il primo capitolo si concentra sul fenomeno della social tv, sull’importanza dei social network per la nascita della stessa e su come questo fenomeno, attraverso interazioni e condivisioni, stia permettendo allo spettatore di ricoprire un ruolo sempre più centrale all’interno del mondo televisivo (in particolare dei programmi trasmessi in diretta). 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia
comunicazione
marketing
casi di studio
social tv
chiara ferragni

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi