Skip to content

I traumi delle articolazioni nelle attività sportive

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Buzzanca
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative
  Relatore: Maurizio Rossitto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

In ambito sportivo i traumi sono una costante. Ne esistono di diversi tipi ed entità. Possono essere di tipo muscolare, articolare, osseo, tendineo e possono essere provocati da disparate causate.
Quelli articolari sono la seconda causa più comune di infortuni dopo quelli muscolari. Sono soliti in tutti gli sport, ma sono maggiormente frequenti in quegli sport dove sono previsti scontri tra atleti, balzi o repentini cambi di direzione, come il calcio, il basket, la pallavolo, il rugby, le discipline di lotta, lo sci.
I traumi articolari si dividono in distorsioni e lussazioni e sono causati da movimenti improvvisi e violenti, che forzando le strutture oltre i limiti anatomici e fisiologici, producono un allontanamento dei capi ossei con conseguenti danni tissutali a legamenti, tendini, ossa o cartilagini. La differenza sta nel fatto che, nelle distorsioni, questo allontanamento osseo è temporaneo. Nelle lussazioni, invece, l’allontanamento osseo è permanente e necessita di manovre di riduzione.
I sintomi sono per lo gli stessi: dolore, edema, ematomi, contrattura della muscolatura ed impotenza funzionale. Nelle lussazioni troveremo anche una deformità articolare percepibile alla palpazione e visibile. L’intensità dei sintomi varia in base alla gravità dell’infortunio.
Gli esami diagnostici strumentali sonio l’esame radiologico, l’ecografia, la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata. Questi infortuni hanno bisogno di interventi immediati per evitare ulteriori danni.
Le procedure di primo soccorso per le distorsioni sono fornite dal protocollo PRICE, che indica Protezione, Riposo, Ghiaccio (Ice), Compressione, Elevazione; o dal protocollo POLICE, dove il Riposo viene sostituito dal Carico Ottimale (Optimal Loading). Per le lussazioni è necessario bloccare l’articolazione coinvolta.

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Buzzanca
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2020-21
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative
  Relatore: Maurizio Rossitto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 I TRAUMI DELLE ARTICOLAZIONI NELLE ATTIVITA’ SPORTIVE CAPITOLO 1 – TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT La traumatologia sportiva è una branca che si occupa di prevenire, diagnosticare e trattare le lesioni che si verificano durante la pratica sportiva, oltre a far in modo che l’atleta possa tornare quanto prima all’abituale pratica sportiva. Mentre la traumatologia classica affronta genericamente le lesioni dell’apparato locomotore, quella sportiva tende un occhio alle necessità dell’atleta, stabilendo il piano di recupero tenendo conto anche e soprattutto delle tempistiche e degli impegni che regolano la stagione sportiva dell’atleta. Ossia deve tener conto dei vari piani di allenamento, eventuali gare e competizioni future e quindi stabilire un piano di recupero ottimale che faccia tornare l’atleta nel pieno della sua prestanza fisica nei tempi indicati. Bisogna precisare che qualsiasi attività sportiva può essere causa di un trauma per l’atleta che la svolge, sia esso secondario ad un fenomeno di usura sia causato da un evento traumatico acuto. Pertanto è logico pensare come l’incidenza dei vari traumi sportivi non sia uguale in tutti gli sport, ma dipenda da vari fattori, come la metodologia dello svolgimento di tale attività o le meccaniche di gioco stesse.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

trauma
infortunio
distorsioni
spalla
ginocchio
caviglia
articolazioni
primo soccorso
traumi articolari
lussazioni

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi