Skip to content

Gli aiuti umanitari: una critica al discorso internazionale

Informazioni tesi

  Autore: Sara Jouhari
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2016-17
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Federica Guazzini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

“Il solo aiuto che serve è l’aiuto che aiuta ad uccidere l’aiuto”.
E’ da queste parole di Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso dal 1983 al 1987, da cui il seguente elaborato parte per cercare di capire, analizzare e sviscerare il mondo degli aiuti umanitari, l’aiuto in sé e la cooperazione ed il coordinamento internazionale che ne sta alla base.
Donare, aiutare, assistere chi ha bisogno è un principio umano, che, sia che abbia connotazione religiose, vedi la carità cristiana e la Zakat nell’Islam, o che sia laico, o per semplice filantropia, fa parte della natura dell’uomo da sempre.
Questo desiderio di essere d’aiuto prende forma, si struttura ed organizza, si dota di regole e direttive, per realizzarsi al meglio e assistere e proteggere chi ha bisogno.
Partendo da questi elementi di riflessione, l’elaborato si prefigge di indagare quelli che sono gli aspetti meno conosciuti del sistema umanitario degli aiuti, andando a cercare nell’evoluzione storico- organizzativa quelli che possono essere gli elementi di criticità di questo sistema.
Nel primo capitolo si andrà a delineare il percorso storico del sistema umanitario e della cooperazione internazionale , nei suoi momenti più rivoluzionari , che hanno contribuito allo sviluppo del sistema che oggi conosciamo, presentando gli attori che ne fanno parte ed il loro ruolo, anche economico, che permette al sistema di continuare ad assistere persone nel mondo.
Con il secondo capitolo, si andrà a vedere come vengono devoluti i fondi nelle emergenze, le strategie di risposta alle crisi umanitarie e i maggiori beneficiari , addentrandosi in quelli che sono i primi elementi ambigui del sistema umanitario, ovvero l’uso della sofferenza delle persone che assiste per raccogliere fondi e consenso tra i donatori.
Il terzo capitolo vuole analizzare il sistema della cooperazione umanitaria sotto una chiave di lettura europea e il contributo di quest’ultima alla ricostruzione dell’Europa e dell’impegno umanitario dell’Unione.
il quarto capitolo si sofferma maggiormente sul lato oscuro degli aiuti umanitari, delineando quelli che sono gli aspetti che vengono tenuti nascosti all’opinione pubblica, dove per paura di poter infondere sfiducia nel sistema umanitario e i suoi donatori o semplicemente per omertà e interessi economici l’aiuto umanitario si macchia, anche involontariamente, del sangue di chi soccorre.

Informazioni tesi

  Autore: Sara Jouhari
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2016-17
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Federica Guazzini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
23 2 EMERGENZE E INTERVENTI Le emergenze umanitarie sono situazioni di crisi in cui un numero elevato di persone e’ a rischio di vita e necessita di un aiuto immediato. Basta una frazione di secondo per essere in emergenza. Ci si sveglia di colpo nella notte, si cerca di capire cosa e’ successo e si esce velocemente di casa, mentre intorno succede l’apocalisse, un fiume straripato sta inondando il quartiere oppure un commando sta assalendo il villaggio. Il cuore resta sospeso, la paura esplode e il cervello tenta di decifrare cosa succede, ma tutto e’ troppo veloce. Ci sono solo rumori, immagini di disperazione – persone che cadono, piangono, scappano – e uno correre verso qualcosa che non si sa. 2.1 I Donors’ Darling In letteratura con l’espressione Donor’s Darling si fa riferimento a quei paesi che vivono in una crisi protratta nel tempo e a cui va la maggior parte dei fondi internazionali. Stando ai report circa i fondi, riportati dal Financial Tracking Service (FTS) dell’OCHA 36 , nel 2015, cinque emergenze - Siria, Yemen, Sud Sudan, Iraq e Sudan - hanno assorbito più della metà di tutti i finanziamenti assegnati a specifiche contingenze (53% , ovvero 11,6 miliardi). 36 FTS fa parte dell'unità Unità di informazione sui cicli del programma umanitario (HPC-IS), che si trova all'interno della filiale di supporto del programma OCHA, Ginevra. Fondata nel 1992 in seguito alla risoluzione 46/182 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, la FTS è gestita dall'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA). FTS mira a presentare un quadro completo di tutti i flussi di finanziamento umanitario internazionale, raccogliendo relazioni sui flussi di finanziamento umanitario presentati da donatori governativi, fondi gestiti dall'ONU, agenzie ONU, ONG e altri attori e partner umanitari, compreso il settore privato. Si veda: https://fts.unocha.org/ , consultato il 29-06-2017

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

guerra
africa
onu
povertà
ong
fame
aiuti umanitari
storia aiuti umanitari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi