Skip to content

Hiking nelle inner peripheries: le strutture extralberghiere a basso impatto ambientale e la risposta al COVID-19 nella stagione estiva 2020

Informazioni tesi

  Autore: Giorgia Nanut
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi del Piemonte Orientale A.Avogadro
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Andrea Turolla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

Si è deciso di trattare in questo elaborato di laurea l'impatto delle misure di contenimento della malattia COVID-19 sulle strutture extralberghiere situate su percorsi di hiking in aree interne e le loro performance durante la stagione estiva 2020.
Per verificare come queste aree interne possano comportarsi nel contesto turistico e della sostenibilità, ho scelto un segmento, quello del turismo hiking, che è per definizione sostenibile e che è soggetto oggi ad uno sviluppo notevole, oltre che compatibile – perché svolto all'aperto e in contesti facilmente accordabili al concetto di distanziamento sociale – con la prevenzione della diffusione del virus SARS-COV-2. All'interno del settore hiking ho quindi individuato due dei tanti percorsi europei che si trovano appunto in inner peripheries e ho valutato quale sia stata la performance delle strutture extralberghiere all'interno di esse. La scelta è ricaduta su questo tipo di struttura perché più compatibile con le misure sopracitate: infatti, esse spesso hanno un numero minore di avventori rispetto a strutture alberghiere tradizionali, un minore numero di spazi in comune e comprendono forme di ospitalità diffusa o all'aria aperta.
Le conclusioni della mia ricerca confermano che il modello della sostenibilità può, teoricamente, essere applicato alla ricostruzione del settore turistico in questo momento storico. Le strutture di entrambi i percorsi, Mullerthal Trail (Lussemburgo) e Cammino dei Briganti (Abruzzo, Italia), hanno registrato un risultato positivo durante la stagione estiva 2020: sul percorso lussemburghese le perdite sono state ridotte rispetto a quelle rilevate nel settore turistico in generale e si è riscontrato un aumento del numero di camminatori, in gran parte escursionisti (nel senso di visitatori non pernottanti) che hanno ampliato il mercato del turismo domestico; la stessa cosa si è realizzata sul Cammino dei Briganti, che però ha, inoltre, visto un aumento nel numero delle presenze totali nelle strutture del cammino. Questi dati sono incoraggianti e ci spingono a pensare che un modello di turismo che coniuga sostenibilità, prevenzione della diffusione della malattia COVID-19 e sviluppo di aree in difficoltà, possa essere uno di quelli utilizzati nel prossimo futuro per ricostruire il settore turistico e contribuire a migliorare le condizioni di vita, peggiorate anche a seguito della pandemia, nelle aree interne e nelle inner peripheries, in un paradigma di sostenibilità a tutto tondo: ambientale, sociale ed economica.

Informazioni tesi

  Autore: Giorgia Nanut
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi del Piemonte Orientale A.Avogadro
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Andrea Turolla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Prefazione In questa tesi di laurea magistrale ho voluto verificare quale è stato l’impatto della crisi causata nel settore turistico dalla pandemia di SARS-COV-2. In particolare, il mio lavoro si è concentrato sulle imprese turistiche di tipo extralberghiero che possono essere inserite in quello che viene definito turismo sostenibile. La premessa è che queste strutture e il segmento in generale siano più compatibili con le misure di prevenzione per la malattia COVID-19 rispetto alle strutture alberghiere tradizionali, perché solitamente si trovano poste in piccoli borghi o aree poco visitate, in località montane o collinari dove poter svolgere attività all’aperto, sono di dimensioni più piccole, prevedono la presenza di meno ospiti e di meno aree comuni. Inoltre, essendo spesso locate in aree soggette a problematiche economiche o demografiche, l’impatto delle attività del settore può aiutare a mitigare la crisi dovuta alle chiusure del periodo di quarantena nazionale e dare respiro, in generale, alle economie di queste aree, anche attraverso l’indotto. I territori caratterizzati da svantaggio economico e demografico possono rientrare nelle definizioni di aree interne o inner peripheries, e sono presenti in tutta Europa: le strutture extralberghiere di cui vorrei analizzare i risultati saranno situate in questo tipo di località, in particolare la zona dell’Appennino Abruzzese e il Cantone Echternach, in Lussemburgo, che sono interessate dal passaggio di tracciati di trekking. Il motivo per cui si è scelto questo contesto è il legame col turismo sostenibile e la compatibilità con le norme anti-COVID-19 precedentemente esposte, ma anche il fatto che da qualche anno i tracciati di trekking sono diventati attrattori che creano grossi flussi turistici sia nazionali che internazionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sostenibilità
turismo sostenibile
cammini
aree interne
covid-19
strutture extralberghiere
mullerthal
cammino dei briganti
inner peripheries
hiking tourism

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi