Skip to content

Operazioni regolate con strumenti rappresentativi di capitale – valore intrinseco

* Nel caso in cui il fair value degli strumenti rappresentativi di capitale, non sia attendibilmente misurabile, la contabilizzazione è basata sul valore intrinseco (cioè il valore delle azioni sottostanti), inizialmente alla data di assegnazione e successivamente ad ogni data di bilancio. * Il valore intrinseco è pari al fair value delle azioni per le quali la controparte possiede il diritto di sottoscrivere o di ricevere ed il prezzo che la controparte deve pagare per tali azioni (es. opzione con prezzo di esercizio 15 e fair value 20, ha un valore intrinseco di 5). L’opzione è definitivamente regolata all’esercizio, annullamento o scadenza.
* Il numero di strumenti è stimato durante il periodo di maturazione e rivisto alla fine per eguagliarlo al numero dei diritti effettivamente maturati. Sono stornati gli importi rilevati se le opzioni sono successivamente annullate o estinte.
* Non sono applicate le regole sulle modifiche delle condizioni eccetto che per la regolazione anticipata
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.